Corydoras

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Corydoras
Corydoras aeneusCorydoras Sterbai.jpg
Corydoras aeneus (sopra) e Corydoras sterbai
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Siluriformes
Famiglia Callichthyidae
Sottofamiglia Corydoradinae
Genere Corydoras
Lacepède, 1803

Il genere Corydoras comprende 145 specie di pesci d'acqua dolce, appartenenti alla famiglia Callichthyidae.
Questi pesci sono conosciuti anche come Coridoras, Pesci gatto corazzati (dall'armatura o cotta di maglia).

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Queste specie sono diffuse nelle acque dolci fluviali del Sudamerica. Abitano ambienti diversi. Coprono un areale ampio che si estende dalle acque dolci tropicali e sub-tropicali dell'America Meridionale, dal bacino amazzonico fino alle acque del sud del Brasile e dell'Argentina tendenzialmente più fresche). Gli ittiologi e gli studiosi di questi pesci scoprono continuamente nuovi esemplari con differenti colori, disegni e dimensioni.. Ciò indica che questi Callittidi (attualmente più di 200 specie) si siano adattati nel corso degli anni a vivere in habitat anche molto diversi: dai ruscelli di montagna, con corsi d'acqua limpidi e rocciosi, alle acque stagnanti dei fiumi di pianura con notevole vegetazione.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Tutte le specie del genere Corydoras sono caratterizzate da un corpo tozzo e compresso ai fianchi, entrambi protetti da una corazza composta da 2 file di placche disposte verticalmente. La testa è tondeggiante e massiccia, assume con il muso una forma conica (di profilo appare triangolare): la bocca presenta 2 paia di barbigli sensoriali ai lati, con funzione di scovare il nutrimento tra gli anfratti ed il substrato. Questa operazione è possibile grazie alla presenza di papille gustative situate proprio sui barbigli, così da poter trovare detriti organici commestibili anche in acque con notevole torbidità e per la presenza di fibre muscolari che li rendono mobili, utili proprio per scavare, estrarre vermi ed altri organismi vegetali ed animali dal fondo sabbioso. La conformazione della bocca funge per alcune specie anche da ancoraggio (imitando una ventosa) in caso di forte corrente. Le pinne dorsali e le pettorali sono dotate di aculei robusti con funzioni di difesa. La pinna caudale è piuttosto tozza, con margine bilobato e leggermente inciso.

Una caratteristica tipica di questo genere è la capacità d'integrare la carenza di ossigeno disciolto nell'acqua con l'ossigeno atmosferico grazie ad una evoluzione dell'intestino: questo organo infatti risulta essere notevolmente vascolarizzato e presenta l'endotelio più sottile nella parte posteriore, ciò permette al pesce di ingerire aria con la bocca facendo una puntata verso la superficie esterna dell'acqua che viene così ad ossigenare il sangue. L'anidride carbonica viene espulsa dall'orifizio anale.

Dimorfismo sessuale: solitamente, i due diversi sessi si distinguono per la forma della pinna dorsale; infatti il maschio ha questa pinna più sviluppata ed appuntita rispetto alla femmina. Altra caratteristica è il ventre, che nelle femmine è più gonfio.

Le dimensioni, generalmente modeste, variano da 3 a 15 cm a seconda delle specie.

Affine è il genere Brochis (3 specie), che presenta pesci simili ma più tozzi, robusti e con pinna dorsale provvista di un maggior numero di raggi molli. Sono imparentati anche (sia per l'aspetto che per le abitudini) con i piccoli Aspidoras (una ventina di specie che superano raramente i 5 cm a con abitudini diurne) e con i grandi Scleromystax (3-5 specie a seconda delle classificazioni).

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

Le coppie si isolano dal resto del branco e, dopo essersi nutriti adeguatamente, iniziano i giochi amorosi. I partner si collocano spesso in punti dove c'è un frequente ricambio dell'acqua e dove la temperatura è intorno ai 26 °C (il pH è pari a circa 6,5 e l'acqua non è dura 4-7°dgH). Le uova (circa un centinaio) vengono raccolte dalla madre con le pinne ventrali, fecondate dal maschio che la insegue continuamente e successivamente appiccicate sulle pareti od oggetti nel fiume oppure depositate in buche scavate precedentemente dai genitori. Dopo la riproduzione i genitori si allontanano e gli avannotti si nutrono di ciò che costituisce la melma del corso d'acqua. Poiché i piccoli nascono già indipendenti, capita che gli adulti pratichino il cannibalismo con i nuovi nati.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

I Corydoras hanno dieta onnivora. Si nutrono di piccoli crostacei, larve, insetti ed altri invertebrati presenti fra la vegetazione e nel substrato, oltre che di detriti animali e vegetali.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Nel mondo acquariofilo le prime due specie ad essere importate risalgono al 1880: Corydoras aeneus e Corydoras paleatus. Di entrambe le specie oggi esiste in commercio anche la varietà selezionata albina. Vengono allevate in allevamenti asiatici, europei ed americani ed esportate in tutto il mondo. Altre principali specie d'interesse acquariofilo sono: Corydoras aeneus, Corydoras paleatus, Corydoras julii, Corydoras trilineatus, Corydoras panda, Corydoras arcuatus, Corydoras schwartzii, Corydoras melanistius, Corydoras pygmaeus, Corydoras sterbai, Corydoras elegans e Corydoras rabauti. Altre specie purtroppo vengono importate solo sporadicamente. Qualsiasi specie di Corydoras se ben allevata può essere riprodotta con successo in cattività. Contemporaneamente agli allevamenti ittici sono nate anche molte associazioni che si schierano contro le catture che vengono effettuate nei luoghi d'origine e che portano alla morte per le cattive condizioni di trasporto di molti esemplari. Inoltre queste associazioni si battono anche per denunciare la pratica di iniettare chimicamente ed artificialmente sottopelle del colorante artificiale. Ultimamente si stanno combattendo campagne contro una selezione di Corydoras che ha portato ad ottenere alcune varianti col muso appuntito.

Specie[modifica | modifica sorgente]

Corydoras arcuatus
Corydoras haraldschultzi
Corydoras paleatus
Corydoras panda
Corydoras schwartzi
Corydoras semiaquilus
Corydoras sterbai

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Fonti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]


pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci