Corpus Hippocraticum

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Un manoscritto bizantino del XII secolo recante il Giuramento di Ippocrate in forma di croce

Il "Corpus Hippocraticum" è una collezione di circa settanta opere che trattano vari temi, tra cui spicca la medicina, scritte in greco antico nel corso di vari secoli e aggregate tra di loro in un'epoca imprecisata. L'attribuzione delle singole opere è estremamente complessa: alcune sono attribuibili ad Ippocrate di Kos mentre altre derivano senz'altro dall'influenza che egli ebbe nei secoli successivi.

Quest'opera presenta contenuti davvero innovativi, tanto da poter considerare Ippocrate il fondatore della scienza medica, avendo egli conferito per la prima volta carattere autonomo e specifico ad una pratica fino ad allora empirica. Egli riteneva infatti che qualsiasi manifestazione morbosa dovesse essere affrontata razionalmente. Celebre è la discussione sull'epilessia (discussa nel trattato "De morbo sacro"), chiamata appunto all'epoca "malattia sacra" perché ritenuta di origine divina e quindi non curabile con mezzi naturali. Secondo l'autore, infatti, l'appello alla divinità sarebbe solo un modo per mascherare l'ignoranza ed esimersi dalla ricerca delle vere cause.

Tra le opere che compaiono nella raccolta meritano particolare attenzione "Delle arie, le acque e i luoghi", uno studio sull'influenza dell'ambiente sulla salute dell'uomo, "Sulle epidemie", il "Prognostico", "Sulle fratture" e "Sulla riduzione degli arti".

Un posto predominante spetta poi al Giuramento di Ippocrate, in cui sono enunciati i fondamenti dell'etica medica.

Opere del Corpus[modifica | modifica sorgente]

  • Hippocratis jusiurandum
  • Hippocratis lex
  • De arte
  • De veteri medicina
  • De medico
  • De decenti ornatu
  • Praeceptiones
  • De natura hominis
  • De salubri diaeta
  • De genitura
  • De natura pueri
  • De carnibus
  • De septimestri partu
  • De octimestri partu
  • De superfoetatione
  • De exectione foetus
  • De dentitione
  • De corporum resectione, De corde
  • De glandulis
  • De ossium natura
  • De locis in homine
  • De aere, aquis et locis
  • De flatibus
  • De medicamentis purgantibus
  • De diaeta libri III
  • De insomniis
  • De alimento
  • De humidorum usu
  • De humoribus
  • De Morbo sacro
  • De morbis libri IV
  • De affectionibus
  • De internis affectionibus
  • De virginum morbum
  • De natura muliebri
  • De morbis muliebribus
  • De morbis muliebribus liber II
  • De sterilibus
  • De morbis popularibus libri VII
  • De victus ratione in morbis
  • De judicationibus
  • De diebus judicatoriis
  • Aphorismorum
  • Praenotionum
  • Praedictionum libri II
  • Coacae praenotiones
  • De capitis vulneribus
  • Chirurgiae officina
  • De fracturis
  • De articulis
  • De ulceribus
  • De fistulis
  • De haemorrhoidibus
  • De visu
  • Epistolae

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

medicina Portale Medicina: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di medicina