Coprinus micaceus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Coprinus micaceus
Coprinus micaceus.JPG
Coprinus micaceus
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Phylum Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Agaricales
Famiglia Coprinaceae
Genere Coprinus
Specie C. micaceus
Nomenclatura binomiale
Coprinus micaceus
(Bull.) Fr., 1838
Caratteristiche morfologiche
Coprinus micaceus
Cappello campanulato disegno.png
Cappello campanulato
Gills icon.png
Imenio lamelle
Free gills icon2.svg
Lamelle libere
Brown spore print icon.png
Sporata marrone
Bare stipe icon.png
Velo nudo
Immutabile icona.png
Carne immutabile
Saprotrophic ecology icon.png
Saprofita
Nofoodlogo.svg
Non commestibile

Coprinus micaceus (Bull.) Fr., Epicrisis systematis mycologici (Uppsala): 247 (1838) [1836]

Coprinus micaceus 040410w.jpg

Il Coprinus micaceus è un fungo invernale-primaverile assai diffuso, anche nei parchi urbani.
È una specie che cresce con grande rapidità ed altrettanto rapidamente sparisce per via della carne esigua ed altamente deperibile (diventa deliquescente anche in meno di 24 ore).

Descrizione della specie[modifica | modifica wikitesto]

Cappello[modifica | modifica wikitesto]

Prima cilindrico, poi campanulato espanso, con strie e fessure radiali, di colore da biancastro a giallastro, infine con sfumatura violacea.

È spesso ricoperto da granelli piuttosto fini, simili a granelli di zucchero.

Gambo[modifica | modifica wikitesto]

Bianco, cilindrico, liscio, vuoto.

Lamelle[modifica | modifica wikitesto]

Fitte, da bianche a nere deliquescenti non aderenti al gambo.

Carne[modifica | modifica wikitesto]

Sottile, biancastra, inodore, presto deliquescente come la maggior parte delle specie del genere Coprinus.

Spore[modifica | modifica wikitesto]

Brune in massa.

Habitat[modifica | modifica wikitesto]

Normalmente in grandi colonie alla base di alberi o in prossimità di ceppaie, anche nei parchi urbani, dalla primavera all'autunno.

Alcuni gambi, privati del cappello, a volte si arricciano ed assumono una forma piuttosto curiosa...

Commestibilità[modifica | modifica wikitesto]

Commestibilità non accertata, senza alcun valore alimentare.

Non è una specie tossica ma se viene consumata insieme a bevande alcoliche, si pensa che possaprovocare disturbi visivi, palpitazioni, affanno, come buona parte delle specie appartenenti a questo genere (sindrome coprinica).

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Dal latino micare = scintillare, per il particolare rivestimento del cappello.

Sinonimi o binomi obsoleti[modifica | modifica wikitesto]

  • Agaricus congregatus sensu Sowerby [Col. Fig. Engl. Fung. Vol. 3, pl. 261 (1800)]; fide Checklist of Basidiomycota of Great Britain and Ireland (2005)
  • Agaricus micaceus Bull., Herbier de la France 6: tab. 246 (1786)
  • Coprinellus micaceus (Bull.) Vilgalys, Hopple & Jacq. Johnson, in Redhead, Vilgalys, Moncalvo, Johnson & Hopple (2001) Recent record: see Index of Fungi

Galleria immagini[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia