Carattere tipografico romano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Il carattere romano Bembo, una rivisitazione del 1928 di Stanley Morison basata sui modelli creati nel 1495 da Francesco Griffo

Il carattere tipografico romano (definito anche come scrittura rotonda) è un font con la caratteristica di essere diritto, in opposizione al corsivo. Nella scrittura manuale viene comunemente detto "stampatello" e può essere maiuscolo o minuscolo, anche se spesso ed impropriamente con la parola "stampatello" si intende quello maiuscolo.

La scrittura tipografica romana nacque nell'anno 1465, allorché la stampa arrivò in Italia. Qui, dove non venivano usati i caratteri gotici, furono creati dei caratteri ispirati alla scrittura manoscritta umanistica.

I primi caratteri furono realizzati presso il monastero di Subiaco, vicino Roma, città da cui presero il nome.

Tra i caratteri che riprendono lo stile romano attualmente diffusi sono inclusi: Bembo, Baskerville, Caslon, Bodoni, Times New Roman e Garamond.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]