Bembo

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Bembo (disambigua).
L'incipit del De Aetna, scritto nel carattere Bembo.

Il Bembo è un carattere tipografico creato da Francesco Griffo da Bologna per l'edizione del De Aetna di Pietro Bembo. L'opera fu stampata per i tipi di Aldo Manuzio nel febbraio 1496. Il carattere Bembo fin dal suo apparire è diventato il modello per molti altri alfabeti; e lo stesso Manuzio lo utilizzerà, nel 1499, per l'edizione della Hypnerotomachia Poliphili, attribuita a F. Colonna.

Il Griffo si basò sulla grafia manoscritta dello stesso Pietro Bembo per creare un carattere che donava alle pagine una nuova armonia, meno compatta e più ariosa rispetto ai modelli precedenti. Il risultato fu una grande leggibilità che contribuì alla popolarità del nuovo carattere ed alla sua larga diffusione. L'eleganza e la bellezza del Bembo influenzeranno generazioni di stampatori, tra cui Claude Garamond, e molti altri sia prima che dopo.

Il nuovo carattere assunse anche un valore simbolico, rappresentando l'amore e la devozione degli umanisti rinascimentali per la cultura classica, in contrapposizione ai caratteri gotici, identificati con il mondo barbarico che aveva contribuito al tramonto della civiltà romana.