Cantharellus tubaeformis

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Cantharellus tubaeformis
2011-07-12 Craterellus tubaeformis 71471.jpg
C. tubaeformis
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Fungi
Phylum Basidiomycota
Classe Agaricomycetes
Ordine Cantharellales
Famiglia Cantharellaceae
Genere Cantharellus
Specie C. tubaeformis
Nomenclatura binomiale
Cantharellus tubaeformis
(Pers. ) Fr., 1821

Il fungo invernale (Cantharellus tubaeformis (Pers. ) Fr., 1821) è un fungo della famiglia Cantharellaceae, strettamente affine al Cantharellus lutescens.

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Corpo fruttifero[modifica | modifica sorgente]

Ha un gambo cavo alla fine, con la cavità che a volte si apre al centro del cappello. Le lamelle sono grossolane, in parte biforcate. Il cappello ricorda la forma di un imbuto Il cappello misura 2–6 cm, bruno-grigio o bruno-ruggine, fibrilloso o peloso, più o meno lobato e increspato al margine. Le lamelle prima sono giallo pallide, poi biancastre; il gambo è assottigliato in basso, un po' costoluto, giallo, a volte diventa grigio o bruno a cominciare dall'alto.

Spore[modifica | modifica sorgente]

La polvere sporale è color crema.

Habitat[modifica | modifica sorgente]

È una specie caratteristica dei boschi di conifere e dei boschi montani di latifoglie, in cui cresce sul suolo muscoso e acido.

Distribuzione geografica[modifica | modifica sorgente]

Europa centro-settentrionale, Alpi, Appennino centro-settentrionale e America settentrionale, Scandinavia

Commestibilità[modifica | modifica sorgente]

Commestibile e molto gustoso. Comunemente essiccato nelle regioni scandinave per conservarlo durante l'inverno. Ottimo per sughi e zuppe. Comunemente utilizzato nella cucina scandinava come contorno alla carne.

Specie simili[modifica | modifica sorgente]

Cantharellus lutescens.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Multiple authors (1999). The Encyclopedia of Mushrooms. Chanterelle Translations, London. pp. 204. ISBN 3-8290-1728-6.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

micologia Portale Micologia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di micologia