Botia dario

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Botia dario
Botia dario.jpg
Botia dario
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Cypriniformes
Sottordine Cyprinoides
Famiglia Cobitidae
Sottofamiglia Botiinae
Genere Botia
Specie Botia dario
Nomenclatura binomiale
Botia dario
Hamilton, 1822

Botia dario Hamilton, 1822 è un pesce di acqua dolce appartenente alla famiglia Cobitidae ed alla sottofamiglia Botiinae. Proviene dall'India e dal Bangladesh, dove nonostante il degrado dei fiumi non è ancora a rischio di estinzione[1].

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Questo pesce ha una livrea marrone striata di giallo. Il suo corpo è arcuato sul dorso, mentre il ventre è decisamente piatto perché, come tutti i Botia, questo pesce trascorre il suo tempo sul fondo. La forma giovanile di questo Botia è facilmente confondibile con il Botia lohachata[2] ed il Botia almorhae. Di solito non supera i 10 cm.

Acquariofilia[modifica | modifica sorgente]

Il substrato deve essere di sabbia fine perché il Botia dario ama rovistarci con i barbigli che sono assai delicati[3]. Preferisce acquari ricchi di nascondigli e può essere aggressivo con gli altri pesci[4]. Come tutti i Botia, va tenuto in gruppo[5]. È onnivoro, apprezza molto il cibo secco che affonda velocemente, ma anche le verdure.[6]. Le condizioni ottimali per tenerlo sono il pH intorno a 7 e la temperatura tra 23 e 26 gradi centigradi[7].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ scheda su www.iucinredlist.org
  2. ^ scheda su acquariofilia consapevole
  3. ^ scheda sintetica
  4. ^ il Botia dario su www.liveacquaria.com
  5. ^ scheda su aquaportal
  6. ^ su www.loaches.com
  7. ^ scheda su www.seriouslyfish.com

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci