Blondie e Dagoberto (fumetto)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Blondie e Dagoberto
fumetto
Titolo orig. Blondie
Lingua orig. inglese
Paese Stati Uniti
Autori
Editore King Features Syndicate
1ª edizione 8 settembre 1930 – in corso
Genere umorismo

Blondie e Dagoberto (Blondie) Blondie e Dagoberto è un fumetto statunitense (Blondie in lingua inglese), nato dalla penna di Chic Young, distribuito dalla King Features Syndicate, e pubblicato a partire dall'8 settembre 1930.

Chic Young continuò per tutta la vita a disegnare gli episodi della bella Blondie e del marito Dagoberto (Dagwood in inglese) e quando morì, nel 1973, il controllo creativo passò al figlio Dean Young, che continuò a scrivere il fumetto. Molti artisti si succedettero nella realizzazione di Blondie: Jim Raymond, Mike Gersher, Stan Drake, Denis Lebrun e John Marshall. Malgrado i cambiamenti le storie di Blondie sono rimaste popolari, apparendo in più di 2000 giornali in 47 paesi e venendo tradotti in 35 lingue[1]. In Italia le strisce giornaliere furono pubblicate durante gli anni '70 dal quotidiano romano Paese Sera, che tentò l'importazione in Italia della pagina dei fumetti tipica dei giornali statunitensi.

Dal fumetto è nata l'omonima serie cinematografica e una serie radiofonica statunitense trasmessa dal 1939 al 1950.

Nel 1995 la strip fu una delle venti incluse nella serie commemorativa di francobolli statunitensi Comic Strip Classics.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Blondie su toonpedia
fumetti Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di fumetti