Beihan

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Beihan
città
بيحان
Localizzazione
Stato Yemen Yemen
Governatorato Shabwa
Territorio
Coordinate 14°48′N 45°44′E / 14.8°N 45.733333°E14.8; 45.733333 (Beihan)Coordinate: 14°48′N 45°44′E / 14.8°N 45.733333°E14.8; 45.733333 (Beihan)
Abitanti
Altre informazioni
Fuso orario UTC+3
Cartografia
Mappa di localizzazione: Yemen
Beihan

Beihan' (arabo: بيحان), conosciuta anche come Bayhan al Qisab (arabo: بيحان القصاب) è una città dello Yemen occidentale, un tempo capitale dell'omonimo sceiccato, che conta circa 100.000 abitanti.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente, lo sceicco della tribù dei Masabin, Ahmed Saif e più tardi suo figlio Abdelqader (come anche i loro antenati), erano i reali signori di questa regione. Questo stato di cose cambiò per ragioni legate alla politica britannica nel sud dell'Arabia, politica che portò all'assassinio dello sceicco Ahmed Saif e di suo figlio Ahmed Saif.

Come conseguenza di questa politica lo sceicco Hussein regnò la regione saldamente dal 1943 al 1967.

In seguito all'introduzione del regime marxista nel sud Arabia avvenuta nel 1967 tutti i signori locali lasciarono il paese, principalmente per l'Arabia Saudita, fino al 1994 quando il partito socialista yemenita fu sconfitto nella guerra civile.

Economia[modifica | modifica wikitesto]

La città si trova in una fertile valle, percorsa da torrenti provenienti dai monti a settentrione, ben collegata con Al Bayda' a nord-ovest, Ma'rib ad est e Ataq a sud. Vi si coltivano datteri, cerali e limoni e molto praticato è anche l'allevamento; ultimamente si stanno diffondendo anche gli scambi commerciali.