Bareknuckle boxing

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Bareknuckle boxing (letteralmente "boxe a nocche nude") è un particolare stile di combattimento da cui deriva la boxe tradizionale.[1] Gli incontri vengono disputati senza l'ausilio dei guantoni, vengono spesso utilizzate però fasciature su mani e polsi. questa disciplina non differisce molto dalla lotta da strada (streetfight),se non per poche regole. Per esempio la boxe a mani nude non prevede la possibilità di colpire un avversario al tappeto.

Il più lungo incontro di Bareknuckle boxe di cui si ha testimonianza è quello disputatosi vicino a Fiery Creek, Victoria, Australia il 3 dicembre 1855 tra James Kelly e Jonathan Smith, proprio quest'ultimo cedette dopo ben 17 round.

Dal luglio 2013 negli Stati Uniti è presente una promozione professionistica di tale sport con il nome BKB (Bare Knuckle Boxing): organizzò il primo evento nel New Hampshire, gli atleti combattono all'interno di uno spazio circolare simile al tappeto utilizzato nella lotta libera e vestono dei guantoni più leggeri rispetto a quelli utilizzati nel pugilato, i quali lasciano scoperte le nocche delle mani.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ BKB-Italia.


pugilato Portale Pugilato: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pugilato