Austrolabrus maculatus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Austrolabrus maculatus
Austrolabrus maculatus.jpg
esemplare maschile
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Phylum Chordata
Subphylum Vertebrata
Superclasse Gnathostomata
Classe Actinopterygii
Ordine Perciformes
Sottordine Labroidei
Famiglia Labridae
Genere Austrolabrus
Specie A. maculatus
Nomenclatura binomiale
Austrolabrus maculatus
(Macleay, 1881)

Austrolabrus maculatus (Macleay, 1881), unica specie appartenente al genere Austrolabrus, è un pesce di acqua salata appartenente alla famiglia Labridae[2].

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Proviene dal sud-ovest dell'Australia. Vive a profondità che variano dai 10 ai 40 m[3], e si trova soprattutto in zone ricche di vegetazione acquatica, soprattutto alghe rosse, e negli anfratti e sporgenze rocciose.[1]

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

Presenta un corpo compresso lateralmente, allungato ma non particolarmente alto; la testa è appuntita e gli occhi non molto grandi. Il dimorfismo sessuale non è marcato[4].

Il colore di sfondo è rosato, ma il ventre è più chiaro e vicino all'opercolo ed alle pinne pettorali è presente una zona giallastra. La testa e parte del dorso, invece, hanno sfumature verdastre, e su tutto il corpo sono presenti dei puntini più scuri. La pinna caudale è verde e arrotondata, la pinna dorsale e la pinna anale sono basse e lunghe, verdi bordate di blu. Non supera i 13 cm[3].

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Ha una dieta prevalentemente carnivora, composta soprattutto da varie specie di invertebrati acquatici[5].

Riproduzione[modifica | modifica sorgente]

È oviparo e probabilmente ermafrodita; gli esemplari più grossi sono maschi[1]. La fecondazione è esterna[6].

Conservazione[modifica | modifica sorgente]

La lista rossa IUCN lo classifica come "a rischio minimo" (LC) perché non è minacciato da particolari pericoli[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c d (EN) Russell, B, Austrolabrus maculatus in IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2014.1, IUCN, 2014.
  2. ^ (EN) A. maculatus in WoRMS 2014 (World Register of Marine Species).
  3. ^ a b (EN) A. maculatus in FishBase. URL consultato il 19 agosto 2014.
  4. ^ Neil Andrew, op. cit., p. 186
  5. ^ Scheda specifica alimentazione. URL consultato il 26.10.13.
  6. ^ Scheda specifica riproduzione. URL consultato il 26.10.13.

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • (EN) Neil Andrew, Under Southern Seas: The Ecology of Australia's Rocky Reefs, UNSW Press, 1999, ISBN 0-86840-657-0.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci