Atherinidae

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Atherinidae
Atherina boyeri, Gulf of Odessa, Black Sea.jpg
Atherina boyeri
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Actinopterygii
Ordine Atheriniformes
Sottordine Atherinoidei
Famiglia Atherinidae

Gli Atherinidae sono una famiglia di pesci ossei appartenenti all'ordine Atheriniformes.

Distribuzione e habitat[modifica | modifica sorgente]

Questi pesci sono distribuiti in tutti i mari e gli oceani del mondo eccettuati quelli polari.

Nel mar Mediterraneo sono presenti 4 specie:

Nei mari italiani sono presenti solo le prime due, Atherinomorus lacunosus (sinonimo A. forskali[1]) è una specie lessepsiana[2].

La maggior parte degli Atherinidae vive in acque marine costiere anche se circa 50 specie sono dulcacquicole e molte altre sono più o meno fortemente eurialine e possono vivere in tutti e due gli ambienti (ad esempio il comune lattarino Atherina boyeri).

Descrizione[modifica | modifica sorgente]

In genere la taglia di questi pesciolini è minuta e misura meno di 10 cm sebbene qualche specie possa raggiungere i 25 cm. Hanno corpo slanciato con bocca terminale. Sono presenti due pinne dorsali separate da un ampio spazio, la prima è composta di raggi spinosi ma morbidi, la seconda ha un solo raggio spinoso seguito da raggi molli, stessa struttura d ella seconda dorsale ha la pinna anale. Le pinne pettorali sono inserite in alto, le pinne ventrali sono in posizione addominale. La pinna caudale è biloba. La linea laterale è assente. Le scaglie sono relativamente grandi. Lungo i fianchi è di solito presente una larga fascia argentea sotto la quale spesso corre una linea scura più stretta.

Biologia[modifica | modifica sorgente]

Sono gregari e spesso formano banchi imponenti. Costituiscono un importantissimo tassello della catena trofica in numerosi ecosistemi costieri, lagunari o lacustri.

Alimentazione[modifica | modifica sorgente]

Hanno alimentazione planctofaga.

Pesca[modifica | modifica sorgente]

A dispetto delle loro dimensioni minute molte specie hanno una notevole importanza per la pesca professionale.

Tassonomia[modifica | modifica sorgente]

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Atherinomorus lacunosus, Hardyhead silverside : fisheries, bait
  2. ^ Atherinomorus forskali
  3. ^ W. Ivantsoff, G. R. Allen, A new species and genus of a large and unusual freshwater hardyhead, Sashatherina giganteus (Pisces: Atherinidae) from West Papua, Indonesia and a comparison with its closest relatives of the genus Craterocephalus in aqua International Journal of Ichthyology, vol. 17, nº 1, 2011, pp. 43–57.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Tortonese E. Osteichthyes, Calderini, 1975
  • Costa F. Atlante dei pesci dei mari italiani, Mursia, 1991 ISBN 8842510033
pesci Portale Pesci: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di pesci