Antonio Royo Marin

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Antonio Royo Marín O.P. (Morella, 1913Pamplona, 17 aprile 2005) è stato un sacerdote domenicano spagnolo[1].

È ricordato per essere stato un influente teologo e moralista che trasmise e compendiò in molte opere l'insegnamento e la spiritualità cattolica. La sua sensibilità e i suoi interessi lo condussero a rendere accettabile all'uomo contemporaneo la tradizione spirituale e teologica cristiana, cosa che lo fece rimanere in costante dialogo con le preoccupazioni della postmodernità.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nel 1939 entrò nell'Ordine dei Domenicani e nel 1944 fu ordinato presbitero.

Fu professore emerito di Teologia Morale e Dogmatica dell'Università di San Esteban, a Salamanca. Ricevette dal papa Giovanni Paolo II la medaglia Croce pro Ecclesia et Pontifice, in considerazione della sua devozione per la Chiesa cattolica e per il papato[senza fonte].

Trascorse gli ultimi anni della sua vita a Madrid, fino a 15 giorni prima della sua morte, quando fu trasferito a Pamplona per ricevere cure mediche e dove morì nel 2005.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • Teologia della perfezione cristiana, San Paolo Edizioni, 2003. ISBN 8821512894

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (ES) Santiago Cantera Montenegro, P. Antonio Royo Marín, O.P.: una estrella en la tradición dominicano-tomista, Catholic.net. URL consultato il 5 luglio 2012.