Anshan (Elam)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Ansan (Elam))
Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui.
Curly Brackets.svg
Anshan
Anšan (Izeh)
Utilizzo Città capitale
Epoca III millennio a.C.
Localizzazione
Stato Iran Iran
Localizzazione di Anšan all'interno dell'Elam.

Anshan moderne (Izeh) (Anšan) è un'antica capitale della confederazione elamica, nell'altopiano iranico, ad est della Mesopotamia, che diede anche il nome alla dinastia detta "di Anshan".

In persiano il nome è انشان e corrisponde alla moderna località di Tepe moderne (Izeh) (29°54′N 52°24′E / 29.9°N 52.4°E29.9; 52.4), situata sull'altopiano iranico a 36 km a nord-est di Shiraz, sui monti Zagros nella regione di Khuzestan (Iran sud-occidentale).

Anshan fu la più antica capitale (durante il III millennio a.C.) dell'Elam. Quando la capitale elamita fu spostata a Susa, i suoi re assunsero il titolo di "Re di Ansan e Susa".

Nel VII secolo a.C., la sovranità dell'Anshan divenne appannaggio della stirpe degli Achemenidi, che agirono come vassalli dei Medi: da essi ebbero in seguito origine i sovrani dell'impero persiano.

Fu Teispe, padre di Ciro I e, secondo una versione abbastanza leggendaria, figlio di Achemenes, a conquistare la città fregiandosi poi del titolo di "Re della città di Anshan".

Cambise I, padre di Ciro II, fondatore dell'impero achemenide, è ricordato con il titolo di "Re di Ansan".

Anšan non va confusa con la moderna città di Anzan (38°19′N 47°27′E / 38.316667°N 47.45°E38.316667; 47.45) posta a circa 50 km ad est di Ahar nell'Iran nord-occidentale (provincia rurale di Shaban).

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]