Anna Leopardi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Palazzo Leopardi a Recanati

La contessa Anna Maria dal Pero Bertini coniugata Leopardi (Bologna, 18 luglio 1918Recanati, 9 settembre 2010) è stata una nobile italiana nota per essere stata divulgatrice dell'eredità artistica dell'avo Giacomo Leopardi.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Vedova del conte Leopardi (discendente di Pierfrancesco, fratello minore di Giacomo e figlio più giovane di Monaldo e Adelaide), erede e conservatrice della biblioteca del poeta Giacomo Leopardi, composta da più di 20.000 volumi, si è dedicata alla cura del patrimonio culturale ereditato dall'illustre avo. Vicepresidente del Centro nazionale di studi leopardiani, ha promosso iniziative di divulgazione all’estero e tra i giovani dell'opera del poeta recanatese.

Per la sua attività, è stata inserita nel volume pubblicato dalla Camera dei Deputati in occasione del sessantesimo anniversario dell'estensione del diritto di voto alle donne, contenente 24 biografie di donne illustri del XX secolo.

Figlio di Anna Leopardi è il conte[1] Vanni Leopardi (1942), che, con la figlia Olimpia (1967), è l'attuale custode della memoria famigliare.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ titolo non riconosciuto dalla Repubblica italiana
  2. ^ Famiglia Leopardi