Ambrogio Arabia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Ambrogio Arabia (Spezzano Albanese, 1858Spezzano Albanese, 1934) è stato un politico e avvocato italiano. Fu un presidente dell'ordine degli avvocati e sindaco di Cosenza.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Nato a Spezzano Albanese nel 1858, fu notevole uomo di legge e presiedette per diversi anni l'ordine degli avvocati cosentini.

Cattolico, nel 1913 venne eletto sindaco di Cosenza e amministrò la città fino al 1917 anno delle sue dimissioni, nel corso della prima guerra mondiale. Durante tale periodo istituì il piano regolatore, concluse i lavori di bonifica interna con l'arginatura dei fiumi Crati e Busento, curò la costruzione dei ponti di San Francesco di Paola (con una spesa di lire 100.000) e di San Domenico col parziale concorso delle stato.

Non aderì mai al partito fascista. Morì a Spezzano Albanese nel 1934.[1][2]

Bibliografia[modifica | modifica sorgente]

  • Enzo Stancati, Cosenza : toponomastica e monumenti, Cosenza, Brenner, 1979.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Fonte Enzo Stancati - Cosenza toponomastica e documenti
  2. ^ Fonte Mario Borretti - Le strade di Cosenza
biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie