Amazona guildingii

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Amazzone di Saint Vincent
Stavenn Amazona guildingii 01.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 VU it.svg
Vulnerabile
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Phylum Chordata
Classe Aves
Ordine Psittaciformes
Famiglia Psittacidae
Genere Amazona
Specie A. guildingii
Nomenclatura binomiale
Amazona guildingii
(Vigors, 1837)

L'amazzone di Saint Vincent (Amazona guildingii) è un uccello della famiglia degli Psittacidi.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Caratterizzata da una colorazione variabile da soggetto a soggetto, anche se in generale prevede piumaggio bronzato, ha anello perioftalmico grigio, fronte bianca, nuca e guance giallo dorato, macchia azzurra dietro l'occhio, copritrici e remiganti secondarie arancio, timoniere blu con punta gialla, becco e zampe grigi e iride arancio.

Comportamento[modifica | modifica wikitesto]

Vive nelle foreste umide tra i 125 e i 1000 metri di quota, tuttavia predilige le foreste primarie di pianura dove la presenza di grandi alberi dà rifugio e possibilità di trovare il posto adatto a nidificare. Si muove in gruppi di 20-30 individui che cercano quanto più possibile di stare nella parte alta degli alberi a nutrirsi di frutti e bacche. La nidificazione inizia ad aprile con la deposizione normalmente di 2 uova nel cavo di un albero di Dacryodes excelsa. La cova dura normalmente 28 giorni e i piccoli escono dal nido a circa 8 settimane.

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

È endemica delle pendici occidentali e orientali dell'isola di St. Vincent, nell'arcipelago delle Antille Minori dove la distruzione dell'ambiente, le catture e gli uragani l'avevano portata sull'orlo dell'estinzione. Con un programma di salvaguardia partito nel 1992, quando la popolazione era stimata attorno ai 500 individui, la situazione è migliorata tanto che già nel 1995 se ne contavano oltre 1000: resta un pappagallo molto raro e anche in cattività i soggetti in riproduzione sono pochi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gill F. and Donsker D. (eds), Family Psittacidae in IOC World Bird Names (ver 4.4), International Ornithologists’ Union, 2014. URL consultato il 19 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Amazona guildingii in Avibase - il database degli uccelli nel mondo, Bird Studies Canada.
uccelli Portale Uccelli: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di uccelli