Amar G. Bose

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Amar Gopal Bose (Filadelfia, 2 novembre 1929Wayland, 12 luglio 2013) è stato un ingegnere, imprenditore e docente statunitense, fondatore della Bose Corporation, multinazionale dell'elettroacustica.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Figlio dell'esule bengalese Noni Gopal Bose - che imprigionato per la sua attività politica in favore della libertà dell'India lasciò Calcutta negli anni venti per evitare ulteriori persecuzioni da parte della polizia coloniale britannica - e di un'americana, fin da piccolo dimostrò spiccate doti imprenditoriali nel campo dell'elettronica. Infatti, a 13 anni, assieme ad alcuni compagni, creò un piccolo laboratorio dove riparava trenini elettrici.

Studiò al MIT, dove si specializzò in acustica e dove insegnò dal 1956 al 2001.

Fondò la sua impresa nel 1964 grazie anche ad alcuni professori che credettero nelle sue capacità fin al punto da contribuire finanziariamente al progetto.

Nel 2007 rientrò nella lista dei 300 uomini più ricchi del mondo compilata dalla rivista Forbes.

Nel 2011 ha regalato alla sua "Alma Mater", il Massachusetts Institute of Technology, un cospicuo pacchetto di azioni della sua azienda, con cui il MIT acquisì, senza diritto di voto, la maggioranza del capitale azionario[1].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Il fondatore di Bose dona il pacchetto azionario di maggioranza (senza diritti di voto) all'Mit, Il Sole 24 ORE, 2 maggio 2011

Controllo di autorità VIAF: 111673518 LCCN: n89619238