Aletto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Aletto è una figura della mitologia greca. Insieme a Tisifone e Megera era una delle Erinni o Furie.

Nata da Acheronte e dalla Notte (o da Gea, la Terra, secondo altri), il suo nome non ha ancora oggi un'etimologia univoca. Probabilmente significa "colei che non riposa", "colei che non dà requie", ma alcuni interpreti propendono per "l'indicibile", "colei il cui nome non può essere pronunciato".
Secondo la genealogia classica, Aletto e le altre Erinni nacquero invece dal sangue di Urano, sgorgato dalla ferita provocata da Crono.

Entrò nel pantheon degli dei romani col nome di Furina ed al suo culto fu preposto il flamine furrinale.

Tra le sue apparizioni letterarie, si ricordano quelle nell'Eneide di Virgilio (libro VII, dove provoca la rissa che costerà la vita al giovane cortigiano latino Almone, preludio della guerra tra italici e troiani), nella Divina Commedia di Dante (Inferno, canto IX) e nell'Enrico VI di Shakespeare (Parte II, 5.5.39).

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

mitologia greca Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca