Adolf Rudnicki

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
La tomba di Adolf Rudnicki a Varsavia.

Adolf Rudnicki (Varsavia, 12 febbraio 1912Varsavia, 14 novembre 1990) è stato uno scrittore polacco.

Le raccolte di racconti che ha pubblicato dopo la guerra (Shakespeare, 1948, La fuga da Jasnaja Poljana, 1949, Mare vivo e morto, 1953-1955, La mucca, 1960) trattano dell'occupazione nazista e della tragedia del popolo ebreo.

In seguito si è interessato dei problemi della società contemporanea, come ad esempio sui rapporti tra scrittore e società e sul destino del popolo ebraico in Polonia.

Con Polvere d'amore, 1964, e Foto di gruppo, 1967, ha dimostrato di essere anche un acuto e penetrante saggista

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • I topi (1932)
  • I soldati (1933)
  • Non amata (1937)
  • Shakespeare (1948)
  • La fuga da Jasnaja Poljana (1949)
  • Mare vivo e mare morto (1953-1955)
  • La mucca (1960)
  • Il mercante di Lódz (1963)
  • Una foto di gruppo (1967)
  • La notte sarà fresca e il cielo purpureo (1977)
  • Cent'anni fa moriva Dostoevskij (1984)
  • Sempre in scena (1987)

Controllo di autorità VIAF: 51695459