Abram Matveevič Room

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Abram Matveevič Room (in russo: Абрам Матвеевич Роом?; Vilnius, 28 giugno 1894Mosca, 26 luglio 1976) è stato un regista sovietico.

Esordì nel 1924 con un cortometraggio di propaganda per la lotta contro l'alcolismo e realizzò le sue opere migliori nell'ultimo periodo del cinema muto affrontando problemi di attualità, come il disordine sessuale dell'ambiente piccolo borghese in Tret'ja Meščanskaja (Letto e divano, del 1927) e la vita matrimoniale degli operai in Uchaby (I fossi, del 1927).

A questo periodo appartiene anche Prividenie, kotoroe ne vozvraščaetsja (Un fantasma che non ritorna, del 1929), considerato dalla critica come il miglior film di Room.

Molto attente alle innovazioni tecniche e stilistiche, le successive opere di Room tradiscono, tuttavia, una stretta soggezione alle esigenze della propaganda politica:

  • Ėskadril'ja N.5 - Squadriglia N.5, del 1941;
  • Nasestvie - L'invasione, del 1945;
  • Sud česti - Il tribunale dell'onore, del 1948;
  • Serdce b'etsja vnov' - Il cuore batte di nuovo, del 1956.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 34524477

biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie