Wolfgang Lüth

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Wolfgang Lüth
U-1305001.jpg
Foto di gruppo dell'equipaggio dello U-1305 al momento dell'entrata in servizio dell'unità; Lüth, ospite d'onore della cerimonia, è l'uomo al centro della prima fila
15 ottobre 1913 – 14 maggio 1945
Nato aRiga
Morto aFlensburg
Cause della morteuccisione accidentale
Luogo di sepolturaFriedhof Adelby, Flensburg
Dati militari
Paese servitoGermania Germania
Forza armataWar Ensign of Germany (1921-1933).svg Reichsmarine
War ensign of Germany (1938–1945).svg Kriegsmarine
SpecialitàSommergibilista
Anni di servizio1933-1945
GradoKapitän zur See
GuerreSeconda guerra mondiale
BattaglieBattaglia dell'Atlantico
voci di militari presenti su Wikipedia

Wolfgang Lüth (Riga, 15 ottobre 1913Flensburg, 14 maggio 1945) è stato un militare tedesco, ufficiale della Kriegsmarine durante la seconda guerra mondiale.

Fu il secondo comandante di sommergibili tedeschi (U-Boot) di maggior successo della seconda guerra mondiale, con un record di 46 navi mercantili affondate oltre al sommergibile francese Doris durante 15 missioni di guerra, per un totale di 225.204 tonnellate di stazza[1]. Fu secondo solo al Korvettenkapitän (tenente comandante) Otto Kretschmer, i cui 47 affondamenti ammontarono a 273.043 tonnellate[2].

Lüth si unì alla Reichsmarine nel 1933. Dopo un periodo di addestramento su navi di superficie, nel 1936 si trasferì al corpo degli U-Boot. Nel dicembre 1939 ricevette il comando dell'U-9 con il quale eseguì sei missioni di guerra, mentre nel giugno 1940 prese il comando dell'U-138 che condusse in due missioni. Nell'ottobre del 1940 si trasferì di nuovo, questa volta sul sommergibile oceanico U-43, che comandò per cinque missioni di guerra. Dopo due missioni sull'U-181, fu decorato con la croce di cavaliere della croce di ferro con foglie di quercia, spade e diamanti, primo degli unici due comandanti di U-Boot ad essere così onorato durante la seconda guerra mondiale (l'altro fu Albrecht Brandi).

Il suo ultimo incarico di servizio fu come comandante dell'Accademia navale di Mürwik vicino a Flensburg. Nella notte tra il 13 e il 14 maggio 1945, una settimana dopo la fine della guerra, una sentinella tedesca gli sparò accidentalmente uccidendolo. Il 16 maggio 1945 Lüth ricevette l'ultimo funerale di stato organizzato nel Terzo Reich.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Wolfgang Lüth, su uboat.net. URL consultato il 10 novembre 2018.
  2. ^ (EN) Most successfull U-boat commanders, su uboat.net. URL consultato il 10 novembre 2018.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN74650481 · ISNI (EN0000 0000 8155 3512 · LCCN (ENn87112974 · GND (DE118843206