Wikipedia:Strategia/Ciclo 3

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Benvenuto/a alla conversazione sulla strategia!

Discuti le sfide poste dalla ricerca delle Nuove Voci

Nei tre mesi passati, abbiamo tutti espresso le nostre opinioni su cosa vogliamo costruire o realizzare assieme come movimento. Contemporaneamente, sono state condotte ricerca per darci una migliore comprensione dell'attuale paesaggio della conoscenza e delle sfide e opportunità che affrontiamo come movimento. Questo lavoro di ricerca globale include:

  • Conversazioni con più di 150 esperti e partner da tecnologia, conoscenza, educazione, media, imprenditori e altri settori, organizzati da Fondazione e affiliati
  • Ricerca fra potenziali lettori ed esperti in luoghi dove i progetti Wikimedia non sono molto conosciuti o usati: Brasile, India, Indonesia, Messico e Nigeria
  • Ricerca per fasce di età in luoghi dove i progetti Wikimedia sono ben conosciuti e usati: Francia, Germania, Giappone, Russia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti

Questo ciclo è dedicato a considerare le sfide identificate dalla ricerca e esplorare come vogliamo evolvere o rispondere ai cambiamenti nel mondo attorno a noi. Come via per familiarizzare con le sfide, siete invitati a esaminare documenti e fonti, e a pensare come potremmo affrontarle. Ogni settimana, saranno pubblicate una nuova sfide e nuove idee, così che possiate dire come si collegano o cambiano le vostre prospettive sulla nostra direzione futura.

Nel corso di luglio, verrà finalizzato il report sintetico del ciclo 2. Tutti questi materiali e il vostro continuo feedback durante il ciclo 3 saranno usate da un gruppo di redazione per preparare la bozza di direzione strategica, che sarà disponibile per il vostro esame in agosto.

Vai alla sezione SCOPRI su Meta per l'elenco completo delle ricerche.

Sfida 1: come le nostre comunità e i nostri contenuti rimarranno rilevanti in un mondo che cambia?[modifica wikitesto]

Idee chiave[modifica wikitesto]

Il modello occidentale di enciclopedia non sta soddisfacendo le necessità in evoluzione di tutte le persone che vogliono imparare.

Secondo la ricerca etnografica e le interviste agli esperti che abbiamo condotto, i lettori esistenti e futuri vogliono una piattaforma per l'apprendimento che vada oltre l'attuale formato enciclopedico di Wikipedia e le sue regole occidento-centriche.[1] Gli esperti hanno spiegato che il sistema di educazione formale non sta funzionando bene in molti posti, specialmente - ma non solo - nei paesi emergenti. Le persone cercano nuovi modi di imparare per compensare le sfide che affrontano in termini di risorse o infrastrutture.[2] Wikipedia e i suoi progetti fratelli sono attualmente disegnati per permettere di navigare sul web alla ricerca di approfondimenti, ma molti lettori sono più interessati ad avere risposte a domande specifiche.[3] Molti che cercano conoscenza online vogliono modi brevi, autonomi e/o visuali per interagire col contenuto e acquisire nuove capacità.[3] L'attuale modello di Wikipedia di voci di enciclopedia lunghe, approfondite e quasi esclusivamente testuali potrebbe non incontrare queste necessità in evoluzione. Inoltre non fornisce uno spazio per altre forme di conoscenza pedagogica.[4]

La condivisione della conoscenza è diventata molto social in tutto il mondo.

Sia la ricerca etnografica che i risultati dagli studi su consapevolezza e utilizzo mostrano che le persone giovani, grazie agli smartphone, cercano e condividono informazioni in nuovi modi. Questo è il nuovo gruppo di persone da raggiungere.[5] Sono profondamente coinvolti nel loro uso dei social media e strumenti di messaggistica, e preferiscono condividere e discutere informazioni attraverso piattaforme che già usano.[6] Gli esperti affermano che stanno emergendo nuove tendenze. Ad esempio, molti persone giovani vedono il chiedere informazioni ai loro amici e ai loro network attraverso app di messaggistica come equivalente al discutere di persona, solo più veloce e con un gruppo più ampio.[6] La sfiducia e lo scetticismo sono diventati così diffusi che le "fonti affidabili" vengono spesso scartate: le persone giovani mettono sempre più la fiducia nei loro network del cui giudizio si fidano e di cui rispettano l'onestà intellettuale, piuttosto che nelle istituzioni tradizionali "rispettabili".[3] questi cambiamenti potrebbero minacciare la rilevanza di Wikipedia in un ampio pubblico che abbiamo tradizionalmente servito.

Idee chiave come storie[modifica wikitesto]

Poiché menti diverse lavorano in modi diversi, alcune persone potrebbero preferire pensare a queste sfide in termini di queste storie personali (notare che si tratta di personaggi immaginari basati sui risultati della ricerca).

Questi sono Michael e Annisa, due adolescenti da continenti diversi e con stili di vita diversi

Michael è un adolescente che vive a Washington, DC, Stati Uniti. Lui e i suoi amici hanno degli smartphone, e li usano per connettersi, condividere contenuti interessanti e cercare informazioni per la scuola. Anche se Michael e i suoi amici sono consapevoli di Wikipedia, è molto meno probabile che le leggano rispetto ai loro genitori (46% vs. 72% la leggono tutti i giorni o più spesso).[7] Quando lo fanno, è per cercare un argomento specifico (41% delle volte) o per aiutarsi con lo studio (23% delle volte). YouTube è fra i loro 3 siti preferiti. Non ricordano un tempo prima dei social media, e lui e i suoi amici sono sempre online attraverso i loro smartphone.[8] "Facebook è per i vecchi" e SnapChat è il modo preferito di Michael di interagire e condividere contenuti con gli amici. Raccoglie le informazioni da una varietà di dispositivi, dal computer fisso a Siri sul suo cellulare a Amazon Echo nel salotto di casa. Come i suoi genitori, a Michael interessa soprattutto che il contenuto sia utile, più che sia di alta qualità, libero e neutrale.[7]

Annisa è una ragazza di 15 anni nella città di Bandung, in Indonesia. La sua famiglia è considerata ricca, e lei è abbastanza fortunata da avere uno smartphone (come il 21% della popolazione del paese[9]). La sua famiglia non ha un computer fisso, quindi usa il cellulare per cercare le informazioni di cui ha bisogno per la scuola. Soprattutto però usa WhatsApp per connettersi con i suoi amici e condividere informazioni nella sua lingua locale. La sua famiglia e i suoi amici sono molto interconnessi e social, quindi il suo telefono è un'estensione. Si fida delle informazioni che riceve dagli amici e dalle persone che segue. A volte usa i risultati della ricerca in inglese che mostrano contenuto da Wikipedia, ma non è consapevole del fatto che proviene da Wikipedia. Lei e i suoi amici condividono frammenti di testo che entrano sui loro cellulari e gli danno esattamente le informazioni che vogliono. Navigare su Internet al solo scopo di scoprire cose nuove semplicemente non è parte di quello che fa.

Note[modifica wikitesto]

Sfida 2: Come possiamo raccogliere il patrimonio di tutta la conoscenza umana quando molta di essa non può essere verificata in modi tradizionali?[modifica wikitesto]

Molta della conoscenza del mondo deve ancora essere documentata sui nostri siti e richiede nuovi modi di integrare e verificare le fonti.

La nostra definizione attuale di "fonti affidabili" è basata su pratiche radicate nella cultura occidentale, dove la conoscenza e la storia sono state documentate in forma scritte per secoli. Questo pregiudizio - in favore di fonti prontamente disponibili solo in alcune parti del mondo - si scontra con una visione che comprende "il patrimonio di tutta la conoscenza".

Ad esempio, è molto difficile trovare fonti secondarie affidabili su molte culture africane, o perché quella conoscenza è stata tradizionalmente condivisa oralmente, o perché i documenti sono stati creati dalla prospettiva (parziale) coloniale.[2 1] Alcune organizzazioni si concentrano sul documentare questa conoscenza orale in forme diverse e il loro lavoro potrebbe essere usato come fonte sui nostri siti se troviamo un modo per integrarlo facilmente.[2 2][2 3]

Come wikimediani, siamo diventati esperti nell'identificare fonti affidabili provenienti all'interno dei confini dei canali tradizionali, come riviste scientifiche con revisioni paritaria e stampa mainstream. La sfida della settimana scorsa ha citato il fatto che i lettori stanno smettendo di mettere la propria fiducia in queste organizzazioni "affidabili" a priori, e stanno invece usando più fonti da individui di cui si fidano.[2 4] Questa tendenza potrebbe essere un'opportunità per i wikimediani per immaginare modi di uso delle fonti meno restrittivi dal punto di vista culturale e anche soddisfare meglio le aspettative in evoluzione dei lettori.

Il modo in cui vengono scoperte e condivise le informazioni affidabili ha continuato ad evolversi nel corso della storia.

Note[modifica wikitesto]

  1. ^ Uzo Iweala, autore Nigeriano, intervistato da Zack McCune, 14 giugno 2017
  2. ^ L'Archivio Popolare dell'India Rurale documenta la diversità occupazione, linguistica e antropologica dell'India, usando lo storytelling con immagini, testi e video. Adam Hochschild, cofondatore di Mother Jones, intervistato da Katherine Maher, 16 giugno 2017
  3. ^ LEAP Africa cattura le memorie dei leader storici che sono principalmente tradizionali orali, che hanno poche evidenze nella storia scritta documentata dai coloni. Riassunti di 58 esperti (giugno 2017), riga 10
  4. ^ Bozza dei risultati della ricerca in Indonesia di maggio 2017

Sfida 3: Come possiamo contrastare la disinformazione in aumento?[modifica wikitesto]

Idee chiave[modifica wikitesto]

Le tendenze nella disinformazione stanno crescendo e potrebbero sfidare l'abilità dei wikimediani di trovare fonti affidabili di conoscenza.

Nel loro paper Considerando il 2030: disinformazione, verifica e propaganda,[3 1] i ricercatori hanno categorizzato le tendenze sulla disinformazione in due categorie: fonti di contenuto, e come si accede al contenuto. Per ognuno, hanno guardando a tre fonti di influenza globale: tecnologia, governo/politica e commercio.

In particolare, i ricercatori hanno identificato le seguenti tendenze e come impattano sul nostro futuro:

  • La tecnologia cambierà il modo in cui il contenuto viene sviluppato da fonti esterne, mentre l'intelligenza artificiale è utilizzata per accelerare la creazione e l'analisi della conoscenza. Mentre questo potrebbe rendere più facile trovare fonti da citare e fare modifiche di qualità, potrebbe anche creare più fonti parziali e contenuto ingannevole. Questo potrebbe diventare un problema ancora più grande se l'intelligenza artificiale comincerà a usare la disinformazione come "fatto" quando mette insieme dati e crea più contenuto.[3 2] Questo potrebbe mettere in discussione la capacità dei wikimediani di verificare le fonti e mantenere alta la qualità del contenuto.
  • La tecnologia probabilmente si muoverà verso interfacce più personalizzate (dispositivi mobili e indossabili, assistenti virtuali a controllo vocale) e l'accesso ai contenuti di Wikimedia sarà sempre più difficile con la piattaforma attuale.
  • La libertà di informazione è messa seriamente in discussione a livello globale.[3 3] [3 4] [3 5] [3 6] [3 7] [3 8] Alcune compagnie, governi e politici diffondono volutamente informazioni false o fuorvianti per persuadere e influenzare l'opinione pubblica a proprio vantaggio. Questo va oltre il semplice testo, perché la tecnologia sta rendendo più facile manipolare altri media (audio, video, immagini). Questo indebolisce la rete globale della conoscenza e potrebbe rendere più difficile per Wikimedia rimanere neutrale e citare documenti non faziosi.
  • Le tendenze a censurare il contenuto di Wikimedia sono in calo, ma alcuni governi (come Cina e Turchia) stanno continuando a censurare ampiamente. L'impiego della tecnologia “HTTPS” ha reso più difficile bloccare singole pagine. Questo ha aiutato nel breve termine, ma nuovi strumenti e metodi contro la censura dovranno continuare a essere sviluppati.
  • Le società di social media come Twitter e Facebook sono cresciute e diventate canali per diffondere disinformazione attraverso reti personali, mentre allo stesso tempo la fiducia nelle istituzioni riconosciute è calata. L'innovazione sarà necessaria per assicurare che la disinformazione sia soggetta a fact-checking in modo che siano distribuite informazioni neutrali e accurate.
  • Mentre le società commerciali continuano a sviluppare app, prodotti e piattaforme chiuse, le fonti affidabili potrebbero diventare più difficili da trovare e il contenuto di Wikimedia potrebbe diventare meno accessibile. (Notate che questo argomento sarà ulteriormente sviluppato nella ricerca futura.)

La ricerca sulla disinformazione suggerisce possibili soluzioni a questi problemi. Mentre riflettete su questa ricerca, per favore discutete di come pensate che come movimento possiamo aiutare la battaglia del mondo per una conoscenza affidabile, libera e neutrale.

Note[modifica wikitesto]

  1. ^ Considerando il 2030: disinformazione, verifica e propaganda
  2. ^ Bilton, Nick. "Fake news is about to get even scarier than you ever dreamed". Vanity Fair. 26 gennaio 2017. URL consultato il 30 maggio 2017.
  3. ^ Reporters Without Borders. "2017 World Press Freedom Index – tipping point?" 26 aprile 2017. Aggiornato il 15 maggio 2017. URL consultato il 28 maggio 2017.
  4. ^ Nordland, Rod. "Turkey's Free Press Withers as Erdogan Jails 120 Journalists." The New York Times. 17 novembre 2016. URL consultato il June 7, 2017.
  5. ^ Reporters Without Borders. "Journalism weakened by democracy's erosion". URL consultato il 29 maggio 2017.
  6. ^ Paul, Christopher and Miriam Matthews. The Russian "Firehose of Falsehood" Propaganda Model: Why It Might Work and Options to Counter It. Santa Monica: RAND Corporation, 2016.
  7. ^ Broderick, Ryan. "Trump Supporters Online Are Pretending To Be French To Manipulate France's Election". BuzzFeed News. 24 gennaio 2017. URL consultato il 7 giugno 2017.
  8. ^ Tufekci, Zeynep. "Dear France: You Just Got Hacked. Don't Make The Same Mistakes We Did". BuzzFeed. 5 maggio 2017. URL consultato il 7 giugno 2017.

Sfida 4: Come Wikimedia continuerà ad essere quanto utile possibile al mondo mentre cambiano i modi in cui viene creata, presentata e distribuita la conoscenza?[modifica wikitesto]

Idee chiave[modifica wikitesto]

Le tendenze indicano che cambiamenti sono in arrivo in tutte le regioni, sia quelle emergenti che quelle sature di internet mobile.

  • Per le aree che stanno arrivando online adesso, sviluppare contenuto locale e mobile è una forte opportunità.
  • Globalmente, i prodotti continueranno ad evolvere da "semplici" siti con diverse esperienze di dispositivi (desktop, mobile) a piattaforme integrate sempre più sofisticate, che incorporano tecnologie come l'intelligenza artificiale, la realtà aumentata e la realtà virtuale.

Queste tendenze cambieranno il modo in cui le persone creano e usano la conoscenza.

Le idee qui sotto sono basate sulla ricerca per la strategia del movimento Considerando il 2030: tendenze tecnologiche future che impatteranno il movimento Wikimedia.

La ricerca sulle piattaforme emergenti prevede che l'innovazione di piattaforme e dispositivi (mobile e tecnologie più recenti) influenzerà il modo in cui le persone si connettono, imparano e rimangono aggiornate. Questo va dallo sviluppo di contenuto locale, sia nelle regioni emergenti che in quelle sviluppate del mondo, al modo in cui la tecnologia stessa darà nuova forma alle interazioni delle persone, rendendo la conoscenza ancora più integrata nella vita quotidiana. Potrebbe anche impattare chi o cosa sta sviluppando il contenuto, con previsioni che più intelligenze artificiali (IA) e imprese commerciali svilupperanno più contenuto multimediale adatto a dispositivi di realtà virtuale e aumentata.

Tendenze e opportunità per il movimento[modifica wikitesto]

Breve termine - accesso mobile[modifica wikitesto]

"Internet è mobile, e mobile è internet", nota il report Global Mobile Trends [4 1] di GSMA Intelligence. "Per un intera generazione, internet ora è inestricabilmente collegato al mobile e viceversa."[4 2] I ricercatori notano che l'accesso al web attraverso il mobile continua a rimanere basso -circa 40%- in buona parte dell'Asia e dell'Africa subsahariana. Dei 7,3 miliardi di persone del mondo,solo 3,4 miliardi usano internet mobile, stima GSMA Intelligence. Una delle barriere all'adozione di internet mobile è la mancanza di contenuto localmente rilevante.[4 1] Per il movimento Wikimedia, i ricercatori suggeriscono che ci sia un'opportunità di aiutare a coinvolgere i contributori di contenuto locale. I ricercatori suggeriscono anche che Wikimedia abbia l'opportunità di sviluppare soluzioni mobile più semplici e potenzialmente formare nuove collaborazioni che possano aiutarci ad estendere la nostra portata nelle regioni che stanno arrivando online.

Piattaforme e tipi di contenuto emergenti[modifica wikitesto]

Secondo due report[4 3] su innovazione e utilizzo della tecnologia di Mary Meeker e Amy Webb, ci sono quattro tipi di contenuto e piattaforme che saranno probabilmente mature da qua al 2030:

  1. Avanzamenti nell'intelligenza artificiale e applicazioni a comando vocale daranno il via a servizi educativi e informativi in tempo reale e personalizzati che diventeranno parte della vita quotidiana delle persone. Questo sposterà le persone da sistemi basato su testo ad altri attivati vocalmente e a risposta vocale. L'innovazione potrebbe cambiare il modo in cui la conoscenza viene raccolta, assemblata e sintetizzata. In futuro, i wikimediani potrebbero contare di più su intelligenza artificiale e sistemi automatici, che potrebbe cambiare come fanno il loro lavoro e cosa fanno (per alcuni questo potrebbe significare fare verifiche e fact-checking invece che contribuire con nuovo contenuto).
  2. La realtà virtuale ha il potenziale di cambiare radicalmente il modo in cui le persone interagiscono con la conoscenza. In queste esperienze immersive realistiche, sarà difficile integrare la conoscenza basata su testo. Comunque, il contenuto immersivo open source potrebbe essere un'opportunità per progetti fratelli attuali o futuri, e i dati strutturati potrebbero essere perfetti per questi scopi.
  3. La realtà aumentata e altri dispositivi indossabili aggiungono uno strato di contenuto in cima alla visione del mondo dell'utente. Questa tendenza potrebbe dare agli utenti accesso immediato e rilevante al contenuto di Wikimedia e potenzialmente rivoluzionare educazione, formazione e molti altri settori.
  4. Mezzi di comunicazione offline più vecchi potrebbero comunque continuare ad esistere e a crescere. perché ci sono preoccupazioni per la privacy online e un desiderio di non essere sempre connessi.

Potenziali conseguenze negative[modifica wikitesto]

In chiusura, i ricercatori presentano le potenziali conseguenze negative:

  • Quando l'intelligenza artificiale crea contenuto, potrebbero farlo in base alle fonti che hanno pregiudizi umani, quindi perpetuandoli.
  • Mentre le persone cercano e ricevono più contenuto in base alle loro preferenze, inizieranno a perdere accesso ad altro contenuto, potenzialmente diverso.
  • Il sovraccarico di informazioni disponibili in ogni momento potrebbe portare ad una riduzione della capacità di processare criticamente nuove informazioni.
  • Il digital divide -la divisione fra quelli che hanno informazioni online e quelli che non le hanno- si allargherà ancora di più in tutte le società
  • I nuovi dispositivi per realtà virtuale, realtà aumentata e assistenti personali potrebbero aumentare la creazione di contenuto e piattaforme a pagamento e proprietarie. Se questo succede, gli utenti potrebbero tornare al ruolo di consumatori passivi invece di creatori di contenuto, portando ad una riduzione della conoscenza neutrale e libera.
  • Per archivisti, educatori e storici potrebbe essere sempre più difficile mantenere e accedere a tutti questi tipi diversi di conoscenza e contenuto

Note[modifica wikitesto]

  1. ^ a b "Global Mobile Trends". GSMA Intelligence, ottobre 2016. Consultato il 27 giugno 2017.
  2. ^ "Global Mobile Trends," slide 8
  3. ^ NOTA: l'elenco numerato 1-4 è stato estratto da due report: Mary Meeker, "Internet Trends Report 2017". Kleiner Perkins. 31 maggio 2017. Consultato il 27 giugno 2017. Amy Webb, “2017 Tech Trends Annual Report”. Future Today Institute, 2017. Consultato il 27 giugno 2017.

Sfida 5: Come Wikimedia può andare incontro alle necessità attuali e future dei lettori mentre il mondo nei prossimi 15 anni subirà significativi cambiamenti demografici?[modifica wikitesto]

Idea chiave 1[modifica wikitesto]

Mentre la popolazione del mondo subisce maggiori cambiamenti demografici, il movimento Wikimedia ha l'opportunità di aiutare a migliorare la conoscenza disponibile in più luoghi e per più persone. Si prevede che il continente africano avrà nei prossimi 15 anni una crescita della popolazione del 40%, assieme a un miglioramento dell'accesso a internet e dei tassi di alfabetizzazione. Lo spagnolo dovrebbe diventare la seconda lingua più comune entro 35 anni. Mentre nuove culture e geografie diventano più dominanti, i progetti Wikimedia come attualmente esistono potrebbero diventare meno importanti per la maggioranza della popolazione mondiale.

Le idee sopra sono basate sul report della strategia del movimento Considerando il 2030: cambiamenti demografici - Come Wikimedia può estendere la propria portata entro il 2030?

Punti in evidenza del report[modifica wikitesto]

  • La popolazione globale sta cambiando: Entro il 2030, si prevede che la popolazione globale raggiungerà gli 8.4 miliardi di persone (aumento del 15%). Mentre si prevede che la popolazione in Europa rimanga stabile, e le Americhe avranno solo una crescita moderata (128 milioni di persone in più), l'Africa dovrebbe avere un aumento del 40% - un totale di 470 milioni di persone in più.[5 1]
  • La popolazione sta invecchiando: si prevede che l'età mediana aumenti da 29.6 a 33 anni. L'Africa continuerà ad avere l'età mediana più bassa (passando da 19.6 a 21.4 anni).[5 1]
  • La forza lavoro globale sta cambiando: Si prevede che la forza lavoro si ridurrà, perché calerà la percentuale di popolazione fra i 15 e i 64 anni. A causa di una riduzione della fertilità, si prevede che Europa a Nord America avranno una riduzione sostanziale nella percentuale della loro popolazione in età da lavoro, che scenderà di circa il 5-6%.[5 2] Attualmente circa il 25% della popolazione giapponese ha più di 65 anni, contro il 15% degli USA.[5 3] Per combattere questo problema, il Giappone ha alzato l'età pensionabile sopra i 65 anni. Ne 2050, altri 32 paesi avranno il 25% della loro popolazione sopra i 65, quindi potrebbero fare lo stesso.[5 4]
  • I livelli di istruzione stanno aumentando: Il mondo diventerà sempre più istruito con la proporzione di persone alfabetizzate che aumenterà dall'83% al 90% fra 2015 e 2030. L'Africa avrà il più alto aumento nell'alfabetizzazione, passando dal 62% (2015) all'80% (2030). L'Asia aumenterà i suoi tassi di alfabetizzazione del 7%, dall'83% (2015) al 90% (2030). Europa e Nord America manterranno i loro altri tassi di alfabetizzazione (99-100%).[5 5]
  • Per il 2050, lo spagnolo passerà da quarta a seconda lingua più parlata. I ricercatori prevedono che le lingue più parlate al mondo saranno mandarino (#1), spagnolo (#2), inglese (#3), hindi (#4) e arabo (#5). Si prevede che l'inglese passerà dalla seconda alle terza lingua più comune entro il 2050.[5 6]

Idea chiave 2[modifica wikitesto]

Secondo una recente ricerca, i lettori in sette dei nostri paesi più attivi hanno scarsa comprensione di come Wikipedia funziona, è strutturata, è finanziata e di come il contenuto è creato. Questo è specialmente vero per quelli fra i 13 ai 19 anni. La ricerca ha anche evidenziato che i lettori considerano come attributi più importanti di Wikipedia principalmente utilità, leggibilità, e "conoscenza libera per ogni persona". Associano Wikipedia almeno fortemente con "contenuto neutrale e non fazioso" e "trasparenza". Rappresentano un'opportunità di aumentare di aumentare la consapevolezza e la conoscenza del brand.

Questa idea è basata sul recente studio sulla Consapevolezza, attitudini e uso del marchio. Questo sondaggio è stato fatto in Francia, Germania, Giappone, Russia, Spagna, Regno Unito e Stati Uniti attraverso un questionario online accessibile via PC, laptop o dispositivi (tablet, smartphone).

Estratti chiave dalla ricerca[modifica wikitesto]

Consapevolezza

  • In questi sette paesi, quasi l'80% degli utenti di internet sono consapevoli di Wikipedia quando gli viene mostrato il logo. La Spagna ha la consapevolezza più alta (89%) e il Giappone la più bassa (64%).
  • Quando si chiede, "quando vuoi trovare un'informazione online in quali tre siti vai più spesso", la prima risposta è Google (in media 85%) seguito da Wikipedia (45%), YouTube (43%), Yahoo! (19%) e Facebook (17%).
  • Complessivamente, il 20% ha scoperto Wikipedia per la prima volta su internet e il 20% attraverso la scuola. Ci sono però differenze generazionali: il 35% degli utenti di internet fra i 13 e i 19 anni hanno detto che ne hanno sentito parlare per la prima volta a scuola, mentre il 73% di quelli fra i 36 e i 49 anni online.

Attitudini

  • In questi sette paesi, gli utenti di internet che sono consapevoli di Wikipedia la associano più fortemente con "conoscenza libera per ogni persona" (8.5 su 10) e "utile" (8.3 su 10). Associazione Wikipedia almeno fortemente con "contenuto neutrale e imparziale" (7.0) e "trasparenza" (6.9). Ci sono forti differenze generazionali, con quelli fra 13 e 19 anni che danno associazioni meno Wikipedia alla maggior parte di questi attributi.
  • Quando si chiede cosa è più importante per quegli utenti di internet che sono consapevoli di Wikipedia, gli attributi più alti sono "utile", "conoscenza libera per ogni persona" e "facile da leggere". Le cose meno importanti sono "trasparenza" e "libera da pubblicità".
  • Attraverso le generazioni c'è ampio accordo che "contenuto più affidabile" (57%), "contenuto di maggiore qualità" (51%)", "contenuto più neutrale" (44%) e "più contenuto visuale" (41%) migliorerebbe "molto" la loro esperienza personale.

Uso

  • In proporzione, Wikipedia ha il suo pubblico più forte in Spagna dove il 91% degli utenti di internet fra i 13 e 49 anni ne sono consapevoli e l'89% la leggono. Nella media dei sette paesi, l'84.1% ne sono consapevoli e l'81.1% la leggono.
  • Per paese, il 75% dei lettori di Wikipedia in Russia e il 73% in Spagna la leggono settimanalmente o più spesso. Il 24% dei russi e degli spagnoli la leggono giornalmente. Il più basso tasso di lettura settimanale è in Giappone e Regno Unito (60% in entrambi).
  • Complessivamente, circa metà dei lettori di Wikipedia accede al sito "spesso" da desktop, laptop o smartphone. I lettori fra i 13 e i 35 anni hanno maggiori probabilità di dire che accedono spesso da smartphone, e quelli fra i 13 e 19 anni fa servizi come Siri o Alexa (21% di quelli fra 13-19 anni vs. 10% di quelli fra 36-49 anni).

Per maggiore informazione, ti invitiamo a leggere il riassunto completo.

Note[modifica wikitesto]

  1. ^ a b "World Urbanization Prospects: The 2014 Revision". United Nations, Department of Economic and Social Affairs, Population Division. Consultato il 2017-06-15
  2. ^ Lee, Ronald, and Andrew Mason. “The Price of Maturity: Aging Populations Mean Countries Have to Find New Ways to Support Their Elderly.” Finance & Development 48.2 (2011): Pages 6–11.
  3. ^ Schlesinger, Jacob M.; Martin, Alexander. "Graying Japan Tries to Embrace the Golden Years". Wall Street Journal. 29 novembre 2015. Consultato il 2017-06-15.
  4. ^ Rodionova, Zlata. "Japan’s Elderly Keep Working Well Past Retirement Age". The Independent. Consultato il 2017-06-15
  5. ^ Country Profiles”. International Futures, Pardee Center. Consultato il 25 giugno 2017.
  6. ^ Graddol, David. “The Future of English: A guide to forecasting the popularity of the English language in the 21st century”. Consultato il 24 giugno 2017