Venceslao I (duca di Boemia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Vanceslao I
Wenceslaus I Duke of Bohemia equestrian statue in Prague 2.jpg
Statua equestre di San Venceslao, Piazza San Venceslao, Praga
Duca di Boemia
Stemma
In carica 13 febbraio 921 –
28 settembre 935
Predecessore Vratislao I di Boemia
Successore Boleslao I di Boemia
Nascita Praga, 907 circa
Morte Stará Boleslav, 28 settembre 935
Luogo di sepoltura Cattedrale di San Vito
Padre Vratislao I di Boemia
Madre Drahomíra

Venceslao I, in ceco Václav (Praga, 907 circa – Stará Boleslav, 28 settembre 935), è stato duca di Boemia dal 13 febbraio 921 alla morte. È venerato come santo dalla Chiesa cattolica e dalla Chiesa Ortodossa.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Era figlio di Vratislao I, duca di Boemia e della di lui consorte Drahomíra. Nato in un territorio dove il cristianesimo era poco diffuso, fu tuttavia educato in modo cristiano dalla nonna paterna, Ludmilla. Dopo la morte del padre, giovanissimo divenne duca di Boemia e si preoccupò di cristianizzare il suo paese con l'aiuto dei missionari germanici, inviati dell'Impero carolingio.

Venceslao dovette anche scontrarsi con quella parte di nobiltà, che insieme alla madre Dragomira e al fratello Boleslao, era rimasta pagana. Il fratello Boleslao tentò più volte di ucciderlo e dopo un conflitto con la spada dove gli risparmiò la vita, egli ci riuscì tramite alcuni sicari nel 935 a Stará Boleslav (nell'attuale Repubblica Ceca).

San Venceslao

Martire

 
NascitaPraga?, 907 circa
MorteStará Boleslav, 28 settembre 935
Venerato daChiesa cattolica
Ricorrenza28 settembre
AttributiCorona, palma
Patrono diRepubblica Ceca, Boemia, Slovacchia

Il culto[modifica | modifica wikitesto]

Mentre moriva, Venceslao avrebbe esclamato: «Nelle tue mani, Signore, raccomando l'anima mia». La tradizione narra che il suo sangue fosse rimasto sparso sul pavimento in legno e nessuno fosse riuscito a lavarlo. Il corpo fu successivamente sepolto a Praga, nella cattedrale di San Vito. I cristiani del luogo cominciarono subito la venerazione del suo corpo e la sua fama di santità si diffuse in poco tempo in tutto il popolo.

Oggi san Venceslao è il santo protettore dello Stato boemo. La Chiesa ha inserito il suo nome nel martirologio romano; attualmente è il patrono della Repubblica Ceca e della Boemia.

Il 28 settembre in Repubblica Ceca si commemora l'anniversario della sua morte, avvenuta nel 935 d.C., con un ricorrenza nazionale chiamata dai cechi Den české státnosti (Giorno della Repubblica Ceca).

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN64803905 · ISNI (EN0000 0000 7357 9667 · LCCN (ENn50004958 · GND (DE118806696 · CERL cnp00400875 · WorldCat Identities (ENn50-004958