Unio mancus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Unio mancus
Unio mancus 2.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 NT it.svg
Prossimo alla minaccia (nt)
Classificazione scientifica
Dominio Eukaryota
Regno Animalia
Sottoregno Eumetazoa
Superphylum Protostomia
Phylum Mollusca
Classe Bivalvia
Ordine Unionoida
Famiglia Unionidae
Genere Unio
Specie Unio mancus
Nomenclatura binomiale
Unio mancus
Lamarck

Unio mancus Lamarck, 1819 è una specie di mollusco bivalve d'acqua dolce il cui areale si estende nell'Europa mediterranea, nel Nordafrica e nel Medio Oriente.[1][2]

Individuata nel 1819 da Lamarck, venne successivamente sinonimizzata con Unio elongatulus; recentemente, tuttavia (2014), quest'ultima specie è stata rivalidata.[3]

Questa specie è sovrapponibile dal punto di vista morfologico ed ecologico alla specie Unio elongatulus. Come in tutti gli Unionidi, la plasticità della forma del guscio rende difficile e incerta l'identificazione solo su base morfologica. La distinzione fra le due specie è possibile con l'uso di tecniche molecolari.[1][3][4]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) Froufe E., Lopes-Lima M., Riccardi N., Zaccara S., Vanetti I., Lajtner J., Teixeira A., Varandas S., Prié V., Zieritz A., Sousa R. e Bogan A.E., Lifting the curtain on the freshwater mussel diversity from the Italian Peninsula and Croatian Adriatic coast, in Biodiversity and Conservation, vol. 26, 2017, pp. 3255-3274, DOI:10.1007/s10531-017-1403-z, ISSN 1572-9710 (WC · ACNP).
  2. ^ (EN) The IUCN list of endangered species - Unio mancus, su iucnredlist.org. URL consultato il 13 ottobre 2018.
  3. ^ a b (EN) Prié V. e Puillandre N., Molecular phylogeny, taxonomy, and distribution of French Unio species (Bivalvia, Unionidae), in Hydrobiologia, vol. 735, 2014, pp. 95–110, DOI:10.1007/s10750-013-1571-0.
  4. ^ (EN) Prié V., Puillandre N. e Bouchet P., Bad taxonomy can kill: molecular reevaluation of Unio mancus Lamarck, 1819 (Bivalvia: Unionidae) and its accepted subspecies, in Knowledge and Management of Aquatic Ecosystems, vol. 8, 2012, pp. 1–18, DOI:10.1051/kmae/2012014.

Collegamenti[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Molluschi Portale Molluschi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Molluschi