Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Ulster Scots

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Scozzese dell'Ulster
Ulster Scots
Parlato in Regno Unito Regno Unito
Irlanda Irlanda
Locutori
Totale 30.000
Classifica non tra le prime 100
Tassonomia
Filogenesi Lingue indoeuropee
 Germaniche
  Occidentali
   Scozzese
    Ulster Scots
Codici di classificazione
ISO 639-1 none
ISO 639-2 sco
ISO 639-3 sco (EN)
Glottolog ulst1239 (EN)
Estratto in lingua
Dichiarazione universale dei diritti umani, art. 1
Aw human sowels is born free and equal in dignity and richts. They are tochered wi mense and conscience and shuld guide theirsels ane til ither in a speirit o britherheid.

Con Ulster Scots (espressione inglese traducibile con "scozzese dell'Ulster", altrimenti detti Ullans e Hiberno-Scots) ci si riferisce a quei dialetti dello Scots parlati in parte dell'Irlanda del Nord, ma da alcuni considerati varianti della lingua inglese. Questi idiomi sono in uso nell'Antrim orientale, nel Down settentrionale, nel Londonderry nordoccidentale, nel Donegal (zona del Laggan) e infine nei villaggi della costa del Mourne.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Lo scozzese si diffuse nell'Ulster a partire dal XV secolo, ma la gran parte dei parlanti, circa 200.000, giunse nella regione durante il XVII secolo nell'ambito della colonizzazione dell'Ulster (cominciata nel 1610 e culminata negli anni novanta). Nelle regioni centrali, i coloni scozzesi predominavano sugli inglesi con un rapporto di cinque o sei contro uno.

Lo scozzese dell'Ulster fu influenzato dall'inglese locale e dall'irlandese.

Parlanti[modifica | modifica wikitesto]

Il 1999 Northern Ireland Life and Times Survey rilevò che circa il 2% dei nordirlandesi dichiarano di parlare un dialetto scozzese dell'Ulster, per un totale di circa 30.000 parlanti.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cartello bilingue Ulster Scots-Inglese a Ballyhalbert, Irlanda del Nord.