USS John F. Kennedy (CVN-79)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
USS John F. Kennedy (CVN-79)
CVN-78 Artist Image.jpg
Ricostruzione al computer della portaerei
Descrizione generale
Flag of the United States.svg
Tipo superportaerei
Classe Gerald R. Ford
Numero unità 2a unità di 10 previste
Identificazione CVN-79
Costruttori Northrop Grumman Shipbuilding
Cantiere di Newport News
Caratteristiche generali
Dislocamento pieno carico: da 104.000
Stazza lorda 101.000 tsl
Lunghezza linea di galleggiamento: 320
globale: 337 m
Larghezza linea di galleggiamento:41
globale: 78 m
Propulsione 2 reattori nucleari A1B
Velocità Più di 30 nodi  (Più di 55,56 km/h)
Autonomia Limitata principalmente dalle riserve alimentari imbarcate
Armamento
Mezzi aerei Più di 75

[senza fonte]

voci di navi presenti su Wikipedia

La USS John F. Kennedy (CVN-79) sarà la seconda imbarcazione della Classe Gerald R. Ford, dopo la CVN-78. Vi sono poche indiscrezioni intorno a questa portaerei a parte il nome[1]. Indicativamente, dovrebbe vedere il mare nel 2018/2019. Userà i nuovi reattori nucleari A1B. Dovrebbe sostituire la USS Nimitz (CVN-68), assumendo che la CVN-78 sostituirà la USS Enterprise (CVN-65) e che la USS Nimitz (CVN-68) è la prima delle portaerei della classe Nimitz ed è stata varata nel 1972.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Il 30 maggio 2011 è stato decretato che la portaerei si chiamerà in onore del 35º presidente statunitense John F. Kennedy

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]