TVR Voxson

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tvr Voxson)
Jump to navigation Jump to search
TVR Voxson
Paese Italia Italia
Lingua italiano
Tipo generalista
Target tutte le età
Data di lancio 22 settembre 1977
Formato SDTV
Share 199.000 contatti medi al giorno (2005, Dati Auditel)
Canali affiliati Atv7
Editore Francesco Di Stefano
Affiliati Europa7 HD
Sede principale Via di Tor Cervara, 286

Roma

Diffusione
Terrestre
Digitale DVB-T, UHF 21 nel Lazio
Digitale DVB-T, UHF 39 in Abruzzo
Digitale DVB-T, VHF 10 e UHF 31 in Toscana

TVR Voxson è un canale televisivo italiano privato nato a Roma negli anni settanta e di proprietà di Francesco Di Stefano dagli anni novanta. Il suo sistema di trasmissione è oggi ubicato nella struttura che fu dello stabilimento di televisori e radio Voxson, edificato nel 1957 in Via di Tor Cervara, 286.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

L'idea dell'emittente televisiva deriva dall'esperienza positiva di Radio Voxson, nata nel 1975 su idea di Francesco Mecadante, titolare dell'azienda Voxson. Le trasmissioni video iniziarono il 22 settembre 1977[1].

Inizialmente la sede dell'emittente è in via Brennero 4, la televisione trasmette sulla frequenza 50 UHF e l'antenna per l'irradiazione del segnale viene montata sulla torre dell'azienda omonima, in via di Tor Cervara.

Tra le produzioni più note dell'emittente vi sono: Dedicato a Voi, condotto da Lamberto Giorgi , la rubrica sportiva Oggi all'Olimpico a cura di Paolo Dentice, il quiz L'oggetto smarrito e il notiziario sportivo Io e Monna Lisa, andato in onda per 18 anni per un totale di 5400 puntate, condotti da Claudio Moroni. L'emittente porta alla ribalta una serie di commentatori, fra i quali Sandro Piccinini che ne compone la redazione assieme ad altri. Una caratteristica dell'emittente è il fatto che, in anticipo sui tempi, alcuni programmi (fra i quali quello del mattino condotto da Cinzia Visaggio) erano progettati in modo da essere trasmessi in diretta sia in video che utilizzando le frequenze 100.700 mhz di Radio Voxson; in tal modo, era possibile intercettare e fidelizzare anche quel pubblico che in quelle ore si sarebbe trovato negli uffici o per strada e che non avrebbe potuto seguire la televisione.

Nel 1982 vi è un primo cambio di proprietà; successivamente acquistata da Federico Cardinali (già proprietario di Tele Città Oggi e Video Città di Terni) viene affiliata a Euro TV. Dal 1987, la sede di TVR Voxson viene trasferita a Villanova di Guidonia e diviene parte circuito nazionale Italia 7; scioltosi l'accordo alla base di Italia 7, l'emittente viene nuovamente trasferita in via Salaria 91 a Roma, e nel 1997 - rilevata da Francesco Di Stefano[2] - la sede viene nuovamente spostata in Via Archimede a Roma. Diventata la capofila delle televisioni locali italiane affiliate alla syndication Europa 7, dal 1999 al 2010, TVR Voxson ha mandato in onda i programmi di Europa 7 con il logo sia del circuito nazionale e sia della tv locale, con la sede nuovamente - e definitivamente - riportata in via Tor Cervara; dal 2010 cessano i programmi prodotti in proprio, e TVR trasmette la programmazione di Europa 7 con il solo logo della tv locale[3].

Copertura[modifica | modifica wikitesto]

VHF/UHF Città
VHF 10 Lucca
UHF 21 Frosinone, Roma, Rieti
UHF 31 Arezzo, Grosseto, Firenze, Lucca, Massa, Pistoia, Siena
UHF 39 Chieti, L'Aquila, Pescara, Teramo

Mux Lazio[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
72 TVR Voxson
213 TVR Voxson +1
572 TVR Voxson HD Trasmette in sd

Mux Abruzzo[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
91 Atv7
1119 InfoMediaNews
195 TVR Voxson
606 Teleregione
683 Libera
684 TVR Voxson +1
772 Radio Monte Carlo (Italia)

Mux Toscana[modifica | modifica wikitesto]

LCN Nome Canale Note
114 TVR Voxson
294 Teleregione
646 Libera

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tvr Voxson, su storiaradiotv.it. URL consultato il 28 giugno 2012.
  2. ^ Manlio Garavaglia, EUROPA7:LA TV CHE(FORSE)VERRA' 16/06/08 - Lettera22, su www.lettera22.it. URL consultato il 21 marzo 2018.
  3. ^ Tvr Voxson, in MASSIMO EMANUELLI, 26 novembre 2017. URL consultato il 21 marzo 2018.
Televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione