Troppi baci

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Troppi baci
Titolo originale Too Many Kisses
Lingua originale inglese
Paese di produzione USA
Anno 1925
Durata 60 min
Colore B/N
Audio muto
Rapporto 1.33 : 1
Genere avventura, commedia, drammatico
Regia Paul Sloane
Soggetto da A Maker of Gestures di John Monk Saunders
Sceneggiatura Gerald Duffy (Gerald C. Duffy)
Casa di produzione Famous Players-Lasky Corporation
Fotografia Hal Rosson (Harold Rosson)
Interpreti e personaggi

Troppi baci (Too Many Kisses) è un film muto del 1925 diretto da Paul Sloane, qui al suo debutto nella regia. Fu l'esordio cinematografico anche per Harpo Marx (senza ovviamente considerare il film perduto Humor Risk)[1].

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Pieno di ragazze, Richard Gaylord è un ricco giovanotto che preferisce il piacere agli affari, al contrario di quello che, invece, vorrebbe suo padre. Per distoglierlo dagli intrighi amorosi, Gaylord senior decide così di spedire il figlio in Spagna, nei paesi baschi, perché è venuto a sapere che da quelle parti le ragazze non sposano appartenenti ad altre etnie. Naturalmente, appena arriva sul posto, Richard mette gli occhi su una ragazza, la bella Yvonne, che però è corteggiata anche da Julio, un capitano della Guardia Civil. Il geloso Julio prima sfida senza successo Richard, poi lo fa rapire e portare in montagna, mentre lui approfitta dell'assenza dell'americano per chiedere la mano di Yvonne. Richard, riuscito a fuggire ai suoi rapitori, gli rompe le uova nel paniere. I due rivali finiscono per battersi e Richard atterra l'avversario, suscitando l'approvazione di suo padre che è appena arrivato dagli Stati Uniti. Il vecchio Gaylord approva la scelta di Yvonne e benedice i due giovani, facendo entrare il figlio nella sua azienda.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Famous Players-Lasky Corporation

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Paramount Pictures e dalla Famous Players-Lasky Corporation, il film - presentato da Jesse L. Lasky e da Adolph Zukor - uscì nelle sale cinematografiche USA nell'11 gennaio 1945.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Silent Era

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema