Torricella (Magione)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Torricella
frazione
Localizzazione
Stato Italia Italia
Regione Regione-Umbria-Stemma.svg Umbria
Provincia Provincia di Perugia-Stemma.png Perugia
Comune Magione-Stemma.png Magione
Territorio
Coordinate 43°09′N 12°12′E / 43.15°N 12.2°E43.15; 12.2 (Torricella)Coordinate: 43°09′N 12°12′E / 43.15°N 12.2°E43.15; 12.2 (Torricella)
Altitudine 261 m s.l.m.
Abitanti 238 (2011)
Altre informazioni
Fuso orario UTC+1
Nome abitanti Torcellini
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Torricella
Torricella

Torricella è una frazione di Magione, che si trova nella provincia di Perugia.

Torricella, nella quale risiedono 238 abitanti (dato aggiornato all'8 agosto 2011; fonte: Uff. Anagrafe del Comune di Magione)[senza fonte], sorge a 261 metri sul livello del mare e dista circa 2,5 km dal Comune di Magione (PG) e circa 20 km dal centro di Perugia. Dotata di entrata e uscita per il raccordo Perugia - Bettolle (A1), Torricella può fruire di un collegamento stradale, comprensivo di linea di trasporto pubblico, ma anche di collegamento ferroviario poiché dotata di stazione e collegamento portuale per le imbarcazioni private.

Si affaccia direttamente sul Lago Trasimeno.

Gli abitanti del paese sono Torricellini, o più propriamente Torcellini.

Date importanti[modifica | modifica wikitesto]

  • 1335 - Torricella viene data alle fiamme da Pier Sacconi Tarlati, Ghibellino. Armato cavaliere a Roma dall'Imperatore Enrico di Lussemburgo, condusse una campagna militare nei pressi di Perugia, passando per Tuoro sul Trasimeno, Passignano sul Trasimeno, Torricella, Montecolognola, proseguendo poi fino a Fontignano, Corciano e Perugia. Sulla strada del ritorno verso Castiglion fiorentino, passa per Magione costeggiando nuovamente il Lago.
  • 1816 e 1824 - Il Re Federico di Borbone in due occasioni sosta nel paese di Torricella.
  • 1866 - Fu inaugurata il 15 marzo a Torricella la ferrovia che collegava Perugia, il Lago Trasimeno e Firenze, parte della ferrovia voluta dai governanti per unire l'Italia. Il collegamento portò al Trasimeno, allora poverissimo e dedito quasi esclusivamente alla pesca e all'agricoltura, nuove possibilità commerciali. Rappresentò quindi un'apertura verso il resto del mondo, un'occasione di sviluppo.
  • 1895 - In sostituzione della vecchia via principale di Torricella caratterizzata da sali e scendi tra gli insediamenti agricoli dell'entroterra, viene realizzata la strada che costeggia il Lago Trasimeno.