Tonda Gentile del Piemonte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Nocciola del Piemonte
Nocciola Piemonte IGP.jpg
Origini
Luogo d'origine Italia Italia
Regione Piemonte
Dettagli
Categoria ortofrutticolo
Riconoscimento I.G.P.
Settore Ortofrutticoli e cereali
Consorzio di tutela nocciolapiemonte
Altre informazioni Reg. CE n.1107/96 (GUCE L. 148/96 del 21.06.1996)
 

La nocciola Tonda Gentile del Piemonte ovvero Nocciola Piemonte è una varietà di nocciola a indicazione geografica protetta, prodotta nella parte sud del Piemonte che comprende alcune aree delle province di Cuneo, di Asti e di Alessandria.

Caratteristiche[modifica | modifica sorgente]

Fra le caratteristiche che rendono particolarmente pregiata questa varietà vanno citate in particolare:

  • la forma tonda del frutto che favorisce una veloce sgusciatura meccanica, mantenendo intatto il seme
  • il guscio sottile che da una resa del prodotto sgusciato elevata, dal 46 al 50%.
  • il seme dotato di buon aroma e di sapore delicato,
  • il tenore dei grassi è limitato ed ha quindi buona conservabilità senza problemi di irrancidimento,
  • la sottile pellicola che avvolge il seme (perisperma) viene facilmente asportato dopo la tostatura.

La Nocciola del Piemonte è coltivata ad altitudini comprese tra i 150 ed i 750 metri e per la sua adattabilità si è diffusa con ottimi risultati anche in Emilia ed in Toscana. La resa può raggiungere o superare i 25 quintali/ettaro. Per la sua buona resa e soprattutto per le sue qualità organolettiche è considerata in ambito mondiale la migliore varietà e spunta sul mercato prezzi superiori a qualsiasi altra.

Comuni produttori[modifica | modifica sorgente]

Provincia di Cuneo[modifica | modifica sorgente]

Cossano Belbo, Santo Stefano Belbo, Cortemilia, Cravanzana

Provincia di Asti[modifica | modifica sorgente]

Canelli

Provincia di Alessandria[modifica | modifica sorgente]