Timmy Trumpet

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Timmy Trumpet
Portrait Timmy Trumpet.jpg
Timmy Trumpet nel 2017
NazionalitàAustralia Australia
GenereElectronic dance music[1]
Hardstyle
Periodo di attività musicale2001 – in attività
EtichettaMinistry of Sound, Spinnin' Records, Sinphonyrecs
Album pubblicati1
Studio1
Sito ufficiale

Timmy Trumpet, pseudonimo di Timothy Jude Smith (Sydney, 9 giugno 1982), è un disc jockey, trombettista e produttore discografico australiano.

Ha raggiunto la popolarità internazionale del 2015 con il brano Freaks, che raggiunse la vetta della classifica neozelandese mantenendola per cinque settimane consecutive, e restando nella top ten per tre mesi.[2]

Il 25 marzo 2019, Timmy Trumpet è diventato il primo suonatore di tromba ad esibirsi in Zero Gravity, una partnership di progetto tra l'Agenzia spaziale europea e BigCityBeats.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Timothy Jude Smith, in seguito noto come Timmy Trumpet, è nato a Sydney, in Australia. Timothy iniziò a suonare la tromba in tenera età, insegnata da suo padre.[3]

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Timmy Trumpet al Airbeat One Festival

Dopo aver studiato tromba al Sydney Conservatorium of Music, nel 2001 ha iniziato a suonare lo strumento con lo pseudonimo di Timmy Trumpet, mixandolo con sonorità EDM, producendo brani che sono stati suonati nei locali di Ibiza e Londra.[1] Ha poi collaborato come produttore discografico per diverse etichette discografiche di musica dance, come PACHA, Ministry of Sound e One Love.[1]

Nel 2009 ha pubblicato il suo primo EP, pubblicato dall'etichetta discografica Central Station Records e accompagnato da tre singoli, l'omonima Sunrise, Nothing Between Us e Sunset. Negli anni successivi ha realizzato dei remix, e si è esibito insieme ad artisti dance come Swedish House Mafia, Armin Van Buuren e Stafford Brothers.[1]

Con la pubblicazione del singolo Freaks, brano la cui parte vocale era realizzata dal rapper Savage, ha raggiunto la popolarità internazionale; in Nuova Zelanda, mantenendo la vetta della classifica per cinque settimane e rimanendo nella top ten per tre mesi, ha ottenuto quattro dischi di platino, raggiungendo ottimi risultati di vendita anche in Australia (quattro dischi di platino),[4] Finlandia, Svezia, Belgio (disco d'oro)[5] e Francia.[2]

Il 10 luglio 2020, durante un suo live set, Timmy ha fatto la proposta di matrimonio alla sua ragazza, inginocchiandosi davanti a lei con tanto di anello, accettando.

Timmy Trumpet e Spinnin' Records hanno ufficialmente annunciato il lancio della sottoetichetta discografica dell'icona australiana SINPHONY, una piattaforma per la musica dance elettronica in Australia.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

  • 2020 – Mad World

EP[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 – Sunrise[6]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

  • 2009 – Sunrise
  • 2009 – Nothing Between Us
  • 2009 – Sunset
  • 2010 – Tromba Ye Ye Ye (con KCB)
  • 2011 – Trrrumpet
  • 2011 – Horny (con Tenzin)
  • 2012 – Sassafras
  • 2012 – Hornpipe Fever (con Juan Kidd e Jonathan Ulysses)
  • 2013 – Melbournia (con Chardy)
  • 2013 – Bleed (con SCNDL)
  • 2013 – Snapback
  • 2014 – Freaks (feat. Savage)
  • 2014 – The Buzz (con New World Sound)
  • 2014 – Nightmare
  • 2015 – Hipsta (con Chardy)
  • 2015 – Mantra
  • 2015 – Toca (con Carnage e KSHMR)
  • 2016 – Psy or Die (con Carnage)
  • 2016 – Collab Bro (con ANGEMI)
  • 2016 – Party Till We Die (con MAKJ e Andrew W.K.)
  • 2016 – Oracle
  • 2017 – Take Your Call
  • 2017 – Al Pacino (con Krunk!)
  • 2017 – Punjabi (con Dimatik)
  • 2017 – Narco (con Blasterjaxx)
  • 2017 – Deja-Vu (feat. Savage)
  • 2018 – The Underground (con Hardwell)
  • 2018 – 100 (con Vini Vici e Symphonic)
  • 2018 – Flamenco (con Jetfire e Rage)
  • 2018 – Attention (con Julian Jordan)
  • 2018 – Toro (con Junkie Kid)
  • 2018 – Scarborough Fair (con TNT)
  • 2019 – Metaphor (con Alok)
  • 2019 – Rubber Bands (con Martin Jensen)
  • 2019 - Hava (con Steve Aoki feat. Dr. Phunk)
  • 2019 - Therapy
  • 2019 – Tricky Tricky (con W&W, Will Sparks feat. Sequenza)
  • 2020 – F*ck Yeah (con Will Sparks, Code Black e Toneshifterz)
  • 2020 – Everybody In The Party (con 22Bullets feat. Ghost)
  • 2020 – Diamonds
  • 2020 – 911 (con R3hab)
  • 2020 – Armageddon (con Florian Picasso)
  • 2020 – The Prayer (con KSHMR e Zafrir)
  • 2020 – The King (con Vitas)
  • 2020 – Mars
  • 2020 – Up & Down (con Vengaboys)
  • 2020 – Tarantino (con Steve Aoki feat. STARX)
  • 2020 – Thunder (con Vini Vici)
  • 2020 – Child Of The Devil (con Jebroer e Dr. Phunk)
  • 2020 – Paul Is Dead (con Scooter)
  • 2020 – Mad World (con Gabry Ponte)
  • 2020 – The Snail (con Mo Falk)
  • 2020 - Distant Memory (con R3HAB e W&W)
  • 2021 – Cold
  • 2021 – Motherf*cker (con Nitti Gritti)
  • 2021 – Camelot (feat. Smash Mouth)
  • 2021 – Never Let Me Go (con Cascada & Harris & Ford)
  • 2021 – Friday (con Bright Sparks)
  • 2021 - Call Me (con Gabry Ponte e R3HAB)

Altri singoli[modifica | modifica wikitesto]

Remix[modifica | modifica wikitesto]

2010
  • Goldfish – This Is How It Goes (Timmy Trumpet Remix)
  • P Money feat. David Dallas & Aaradhna - Say Yeah (Timmy Trumpet Remix)
  • Radio Ink – Wish You Were Here (Timmy Trumpet Remix)
2011
  • Potbelleez – Midnight Midnight (Timmy Trumpet Remix)
  • P Money feat. PNC, Vince Harder, Meryl Cassie & Mz J – Dance with You (Timmy Trumpet Remix)
2014
  • Quintino & MOTi feat. Taylr Renee – Dynamite (Timmy Trumpet Remix)
  • Havana BrownBetter Not Said (Timmy Trumpet Remix)
2017
  • Throttle – Baddest Behaviour (Timmy Trumpet Remix)
2019
  • TujamoDrop That Low (When I Dip) (Timmy Trumpet Remix)
  • DeorroAll this time (Timmy Trumpet Remix)
2020

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d (EN) Timmy Trumpet | Biography, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 2 luglio 2017.
  2. ^ a b (EN) Freaks su charts.org.nz, su charts.org.nz. URL consultato il 2 luglio 2017 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2017).
  3. ^ xsnoize.com, https://www.xsnoize.com/interview-timmy-trumpet-no-one-parties-like-the-irish-the-crowds-in-belfast-are-always-crazy/.
  4. ^ Certificazioni singoli 2015 - Australia, su aria.com.au. URL consultato il 2 luglio 2017.
  5. ^ Certificazioni singoli 2015 - Belgio, su ultratop.be. URL consultato il 2 luglio 2017.
  6. ^ Sunrise - EP by Timmy Trumpet on Apple Music, su iTunes. URL consultato il 24 settembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN316454577 · WorldCat Identities (ENviaf-316454577