Timisoara Pinto

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Timisoara Pinto (Roma, 21 luglio 1976[1]) è una giornalista e conduttrice radiofonica italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nata a Roma, è lucana di origine[senza fonte] Laureata in Scienze della Comunicazione dal 1999 lavora in RAI come esperta musicale, curando e conducendo per la Direzione Radio, per Radio1, Isoradio e Rai International, programmi di ricerca sulla canzone e sul rapporto che essa ha con l'evoluzione del costume e della cultura del nostro Paese e per questo è stata più volte inviata dalla RAI a manifestazioni musicali italiane. Ha collaborato con il quotidiano Il Tempo e con altre testate giornalistiche. È curatrice di alcuni CD della collana "Via Asiago 10" .e ha dedicato molte energie ad approfondire progetti su autori imprescindibili per chi vuole tuffarsi nella canzone popolare e d'autore[senza fonte][chiarire]

Dal 2001 collabora con le pagine culturali/musicali de Il Tempo e scrive di musica e spettacoli per alcuni settimanali e mensili.

È autrice della biografia del cantastorie pugliese Enzo Del Re, "Lavorare con lentezza. Enzo Del Re, il corpofonista". È membro della Giuria del Premio Tenco [2]. Per conto della Direzione Radio della Rai, si è occupata della sperimentazione dei nuovi canali web della RAI, WR7, WR8, (ideazione, redazione, conduzione, regia e realizzazione programmi). Attualmente lavora a Radio1. Dal 2009 collabora con il mensile Musica leggera, pubblicato dalla Coniglio editore[3], e da aprile 2016 con Vinile, rivista edita da Sprea Editori[4].

Insegna “Ricerca musicale e archivi sonori” nell'ambito del Master in Linguaggi, Produzione e Marketing della Radio (Radio Rai – Università La Sapienza), e “Ricerca, Analisi sulle prassi compositive del repertorio prescelto – arte e musica nel 41º parallelo” nell'ambito del corso di specializzazione componenti orchestra 41º Parallelo.

Ha realizzato, per la collana discografica Via Asiago 10 (Twilight Music / Radio RAI) il CD di Matteo Salvatore La passione secondo Matteo e il cd "My wonderful Nicola" dedicato a Nicola Arigliano. Ha svolto attività editoriale e di ricerca per la realizzazione di libri ed eventi della casa editrice Rai-Eri.

Ha partecipato alla serata-evento Liberiamo Passannante!, al Teatro Palladium di Roma e ha collaborato alle riprese del film Passannante diretto da Sergio Colabona, interpretando anche il ruolo della sorella del protagonista. Per Rai ha curato la direzione artistica dell'omaggio a Rino Gaetano nel 25º anniversario della scomparsa, all'Auditorium di Roma; sempre all'Auditorium Parco della Musica ha presentato la serata di debutto dell'Orchestra delle Donne del 41º Parallelo.

È la curatrice del libro Avanti Pop, i diari del camioncino (ed. Il Manifesto)

Dopo il CD Avanti Pop ([1], Targa Tenco 2007 (migliori interpreti) e PIMI 2007 (miglior tour), il viaggio dei Têtes de Bois [2] nell'Italia del lavoro diventa Libro + DVD o DVD + libro, due oggetti che si inseguono e si intersecano in una narrazione parallela.

Un "doculibrofilm" ulteriormente arricchito dalla grafica di Marta Dal Prato e dai disegni di Sergio Staino, Vauro, Chiara Rapaccini, Licio Esposito e Carlo Amato.

"Avanti Pop, i diari del camioncino" è la fotografia di un viaggio unico nell'Italia di oggi alla ricerca di storie di lavoro: «se ieri la lotta dei lavoratori ha creato e generato la circolazione della musica, oggi, in una realtà in crisi, è la musica che autonomamente si sposta per ricordare il lavoro, dargli voce. Tutto questo Avanti Pop raccoglie, evoca, ricorda e riabilita con il peso e la leggerezza di un evento artistico.» Questo alla vigilia il manifesto del tour e soltanto da una miscela di codici condivisi tra artisti come Têtes de Bois, Daniele Silvestri [3], Paolo Rossi Paolo Rossi (attore), Ascanio Celestini http://www.ascaniocelestini.it], Francesco Di Giacomo, Rocco Papaleo, Ulderico Pesce [4], Moni Ovadia, Paola Turci, Teresa De Sio, Giuseppe Cederna, Mario Tozzi [5], Alessandro Portelli e tutti gli altri che “si incontrano sulle idee e il coraggio” potevano nascere testi e contributi d'autore come quelli raccolti in questo lavoro. Forse perché, come ha detto una volta il grande Pete Seeger, «tutti i songwriter sono anelli di una catena». "Avanti Pop – I diari del camioncino" Timisoara Pinto (a cura) Riccardo Bertoncelli (prefazione) Gianni Mura (postfazione).

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Il 28 dicembre 2010 riceve al Teatro Stabile di Potenza il Premio ANDE (Associazione donne elettrici) "Donna dell'anno", per l'impegno e le azioni delle donne lucane per lo sviluppo sostenibile, l'arte, la cultura e la formazione, le pari opportunità, la giustizia, la solidarietà, l'equità sociale e l'apporto per il buon governo nelle amministrazioni pubbliche".

Radio[modifica | modifica wikitesto]

  • Scherzi della memoria (RadioUno, Rai)
  • Notturno Italiano (Rai International)
  • Domenico Modugno Radio Show. (con Cristina Zoppa e Dario Salvatori, RadioUno, Rai)
  • Bandiera Gialla: l'anniversario. (con Cristina Zoppa e Dario Salvatori, RadioDue Rai. Con la partecipazione straordinaria di Renzo Arbore e Gianni Boncompagni.
  • Di tutto un Pod (RadioUno, Rai)
  • Bella la Radio (RadioUno, Rai)
  • Radiotracce (RadioUno, Rai)
  • Risate di scorta (Isoradio, Rai)
  • La Radio nel Pallone (con Luca Purificato, Isoradio, Rai)
  • A Nota Libera (Isoradio, Rai)
  • Il buongiorno di Isoradio / La buonanotte di Isoradio (Isoradio, Rai)
  • Isoday / Isonight (Isoradio, Rai)
  • Inoltre, nell'estate del 2009, con Michele Mirabella e Cristina Zoppa, ha condotto su Radio1 "Dunque, dicevamo... frammenti di un discorso radiofonico".

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Il libro "Lavorare con lentezza. Enzo Del Re, il corpofonista" di Timisoara Pinto sul sito dell'editore Squilibri.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ordine dei Giornalisti - Elenco iscritti (PDF), su odg.it. URL consultato il 23 dicembre 2012 (archiviato dall'url originale il 17 luglio 2013).
  2. ^ Copia archiviata, su premiotenco.it. URL consultato il 23 giugno 2016 (archiviato dall'url originale il 5 agosto 2016).
  3. ^ http://www.rockol.it/news-143837/il-mistero-luigi-tenco-dossier-36-pagine-musica-leggera
  4. ^ http://www.06live.com/?p=15851
Biografie Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie