Thirty Meter Telescope

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Top view of tmt complex.jpg
Il telescopio da trenta metri in una ricostruzione artistica
Osservatorio Osservatorio di Mauna Kea
Ente TMT International Observatory
Stato Stati Uniti Stati Uniti
Localizzazione Mauna Kea, Hawaii
Coordinate 19°49′27.08″N 155°28′26.62″W / 19.82419°N 155.47406°W19.82419; -155.47406Coordinate: 19°49′27.08″N 155°28′26.62″W / 19.82419°N 155.47406°W19.82419; -155.47406
Altitudine 4 050 m s.l.m.
Costruito nel Posticipato
Prima luce nel  ?
Caratteristiche tecniche
Tipo Ritchey-Chrétien
Lunghezza d'onda Vicino utravioletto, visibile, infrarosso
Diametro primario 30
Diametro secondario 3,1
Diametro terziario 2,5 m × 3,5 m
Area 655 m2
Distanza focale 450
Montatura Altazimutale
Sito ufficiale

Il Thirty Meter Telescope (TMT) (Telescopio da trenta metri) è un telescopio in corso di progettazione che avrà un'apertura dello specchio principale di 30 metri. Sarà costruito sul monte Mauna Kea, nelle isole Hawaii, ad un'altitudine di 4.050 metri s.l.m.. Verrà costruito e gestito dalla TMT Observatory Corporation, una partnership tra il California Institute of Technology, la University of California e la Association of Canadian Universities for Research in Astronomy (ACURA).

Lo specchio principale sarà costituito da 492 segmenti esagonali, con un'area complessiva di 655 m². Come per tutti i telescopi di ultima generazione, farà uso di sofisticati sistemi di ottica adattiva, per ridurre al minimo gli effetti della turbolenza atmosferica. La forma e l'esatto posizionamento di ciascuno dei 492 segmenti saranno controllati per mezzo di sistemi computerizzati di ottica attiva. I dati di progetto prevedono di poter raggiungere una risoluzione angolare fino a dieci volte superiore quella del telescopio spaziale Hubble.

La sua ultimazione è prevista entro la fine del 2018 e se i tempi di costruzione saranno rispettati, il TMT diventerà il primo Extremely Large Telescope ad entrare in attività.

Il 31 ottobre 2016, il consiglio di amministrazione del TMT ha annunciato la possibile collocazione in un sito alternativo[1] al Mauna Kea a La Palma, nelle Canarie a seguito delle ripetute manifestazioni dei locali che considerano sacra la montagna ed hanno ostacolato i lavori in sito più volte.[2]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Tmt.org: poss. sito alternativo, tmt.org.
  2. ^ Alexandra Witze,Nature magazine, Besieged Mauna Kea Telescope Finds a Plan B, in Scientific American. URL consultato il 1° novembre 2016.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Astronomia Portale Astronomia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronomia e astrofisica