Osservatorio di Mauna Kea

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Osservatorio di Mauna Kea
The Keck Subaru and Infrared obervatories.JPG
Il Subaru Telescope, i telescopi Keck I e II , e il complesso del NASA Infrared Telescope.
OrganizzazioneIstituto di astronomia dell'Università delle Hawaii
Codice568
StatoHawaii Hawaii
LocalitàMauna Kea, Hawaii
Coordinate19°49′19.99″N 155°28′29.78″W / 19.82222°N 155.47494°W19.82222; -155.47494Coordinate: 19°49′19.99″N 155°28′29.78″W / 19.82222°N 155.47494°W19.82222; -155.47494
Altitudine4 205 m s.l.m.
Fondazione1967
Sitowww.ifa.hawaii.edu/mko/
Telescopi
CSORadiotelescopio da 10,4 m
CFHTRiflettore da 3,58 m
Gemini NorthRiflettore da 8,1 m
IRTFAd infrarossi da 3 m
JCMTRadiotelescopio da 15 m
SubaruRiflettore da 8,2 m
SMA8 radiotelescopio da 6 m
VLBA (1 antenna)Radiotelescopio da 25 m
UKIRTAd infrarossi da 3,8 m
W. M. Keck2 riflettori da 10 m
Mappa di localizzazione
Mappa di localizzazione: Hawaii
Osservatorio di Mauna Kea
Osservatorio di Mauna Kea
Il Subaru Telescope e la cupola del telescopio Keck I.

L'osservatorio di Mauna Kea è un insieme di telescopi indipendenti, collocati sulla cima del vulcano Mauna Kea sull'isola Hawaii, la maggiore dell'arcipelago omonimo.

Il sito comprende un'area speciale di 2 km², nota come il "Distretto astronomico" ("Astronomical Precinct"), all'interno della riserva scientifica del Mauna Kea. I lavori per un primo osservatorio (il Mees Solar Observatory) furono eseguiti tra 1962 e il 1964,[1] mentre il Distretto astronomico fu istituito su interesse della NASA nel 1967.[2]

Posizione[modifica | modifica wikitesto]

L'Università delle Hawaii gestisce il sito e affitta l'area a molte organizzazioni internazionali che hanno investito ingenti somme di denaro in scienza e tecnologia.

Il recinto astronomico è situato all'interno dell'area per la protezione della cultura hawaiana ("Historical Preservation Act"). Il canto hawaiano della creazione racconta del Mauna Kea come il progenitore del popolo hawaiano.

L'altitudine e l'isolamento in mezzo all'oceano Pacifico rendono il Mauna Kea in assoluto uno dei migliori siti al mondo per l'osservazione astronomica. È anche il luogo ideale per osservazioni nell'infrarosso alle lunghezze d'onda submillimetriche. Il seeing medio del Mauna Kea lo colloca tra i migliori per la qualità delle immagini nel visibile e nell'infrarosso con una risoluzione media di soli 0,43 secondi d'arco.

Gli alloggi degli astronomi e ricercatori sono situati a quota 2 835 metri slm (9 300 piedi). La stazione per i visitatori si trova a quota 2775 m (9 200 piedi). L'altezza della cima del Mauna Kea è così elevata che si suggerisce ai visitatori e ai ricercatori di sostare almeno 30 minuti in un luogo riparato a un livello poco inferiore (al Onizuka Visitor’s Cente, posto a 2 800 metri) prima di esporsi all'esterno, in modo da acclimatarsi alle condizioni atmosferiche e all'altitudine.[3]

Telescopi[modifica | modifica wikitesto]

Pianta dell'osservatorio
1:CSO; 2:JCMT; 3:SMA; 4:Subaru; 5:Keck; 6:IRTF; 7:CFHT; 8:Gemini North; 9:UH88; 10:UKIRT; 11UH24:

I telescopi che si trovano sulla cima del Mauna Kea sono finanziati da agenzie governative di diverse nazioni[4] L'Università delle Hawaii gestisce direttamente due telescopi. In totale sono presenti 13 telescopi, di cui 9 ottici/infrarosso, 3 submillimetrici e 1 radiotelescopio:[5]

Il seguente telescopio è stato dismesso a seguito di un piano di riqualificazione ambientale:[6]

Galleria d'immagini[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Finally, a Solar Observatory, University of Hawaii - Institute for Astronomy.
  2. ^ Joseph N. Tatarewicz, Space Technology & Planetary Astronomy, Indiana University Press, 1990, pp. 82–, ISBN 0-253-35655-5.
  3. ^ Visit, Keck Observatory.
  4. ^ An Introduction to the 13 Observatories on Mauna Kea, Big Island Guide.
  5. ^ Mauna Kea Telescopes
  6. ^ DECOMMISSIONING PLAN FOR THE MAUNA KEA OBSERVATORIES (PDF), su malamamaunakea.org, gennaio 2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN240106566 · GND (DE4732526-4 · WorldCat Identities (ENviaf-240106566