Thiers

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
bussola Disambiguazione – Se stai cercando l'uomo politico francese, presidente della Terza Repubblica a metà ottocento, vedi Adolphe Thiers.
Thiers
comune
Thiers – Stemma Thiers – Bandiera
La pedde del Coin des Hasards nella Thiers vecchia
La pedde del Coin des Hasards nella Thiers vecchia
Localizzazione
Stato Francia Francia
Regione Blason de l'Auvergne.svg Alvernia
Dipartimento Blason département fr Puy-de-Dôme.svg Puy-de-Dôme
Arrondissement Thiers
Cantone Thiers
Territorio
Coordinate 45°51′N 3°34′E / 45.85°N 3.566667°E45.85; 3.566667 (Thiers)Coordinate: 45°51′N 3°34′E / 45.85°N 3.566667°E45.85; 3.566667 (Thiers)
Altitudine 439 m s.l.m.
Superficie 44,54 km²
Abitanti 11 932[1] (2009)
Densità 267,89 ab./km²
Altre informazioni
Cod. postale 63300
Fuso orario UTC+1
Codice INSEE 63430
Cartografia
Mappa di localizzazione: Francia
Thiers
Thiers
Sito istituzionale

Thiers è un comune francese di 11.932 abitanti situato nel dipartimento del Puy-de-Dôme nella regione dell'Alvernia.

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti

Luoghi e monumenti[modifica | modifica wikitesto]

La città di Thiers ha numerosi edifici e monumenti degni di nota:

Edifici di culto[modifica | modifica wikitesto]

La chiesa di san Genesio di Thiers
  • Logo monument historique - rouge ombré, encadré.svg La chiesa di san Genesio di Thiers, edificio religioso risalente ai secoli XI e XII, realizzata in pietra di arcosa, è dedicata a san Genesio di Micene (o di Thiers), evangelizzatore della regione e martire. Dal 1846 è classificata Monumento storico di Francia.[2]
  • La chiesa di san Sinforiano, anch'essa risalente ai secoli XI e XII, sita nel quartiere di Moûtier, eretta in sostituzione di un edificio del III secolo. La leggenda vuole che un fedele vi abbia portato una pietra segnata dal sangue del santo, martirizzato ad Autun.
  • L'abbazia del Moûtier, che fu fondata nel 765 da Aldeberto, vescovo di Clermont e posta sotto l'egida benedettina. Nell'XI secolo seguì la riforma cluniacense. L'abate Pietro la riorganizzò nel 1002[3] e offrì, con il consenso del signore di Thiers, la sua sottomissione a Odilone, abate di Cluny nel 1011.[4] Dopo la rovina di una parte dell'edificio a causa di una piena della Durolle e la forte riduzione del numero dei suoi monaci, l'abbazia fu soppressa nel 1782 da papa Pio VI.
  • La chiesa di San Giovanni ha dato il suo nome al quartiere che la circonda. Antica sede della terza parrocchia di Thiers, è ora sconsacrata. Di stile romanico, fu ricostruita pressoché totalmente nel XV secolo per essere poi inglobata, nel secolo successivo, nelle fortificazioni destinate a proteggere la città durante le guerre di religione ed elementi propri alla sua vocazione difensiva sono visibili ancora oggi. Adibita a deposito di armi durante la rivoluzione, fu restaurata e restituita al culto nel XIX secolo. La sua sconsacrazione e la chiusura al pubblico, con successivi vandalismi (lancio di pietre contro le vetrate) l'hanno ridotta ad uno stato deplorevole ma non ne hanno compromessa l'integrità.
  • La cappella di San Rocco (sulla via omonima) fu edificata a seguito dell'epidemia di peste del 1629. Vi viene celebrata una Messa ogni 16 agosto, seguita dalla benedizione dei bambini.
Thiers alla fine del XIX secolo

Costruzioni civili e militari[modifica | modifica wikitesto]

  • Il château du Croc (o Cros Perdrigeon), a nord della città, data dall'inizio del XIV secolo, come testimoniato dalle iscrizioni sulle due torri, che presenta ancora un bell'aspetto di dimora fortificata.
  • Il château des Horts, situato sulla sommità della città, fu fatto erigere dalla famiglia Ossandon, nel XVI secolo e ha subito modifiche nei secoli XVIII e XIX, ma conserva ancora il suo aspetto di fortificazione. I bastioni formano un quadrato attorno alla corte e sono fiancheggiati da una torre a ciascun angolo.
  • Francséjour (o Freiz-séjour), presso Moûtier, fu costruito nel XV secolo per Jehan Petidé, prevosto della chiesa di Thiers e consigliere di Giovanni di Borbone.
  • Il Château de la Chassaigne, si trova all'uscita della città, lungo la via per Vichy. Di stile gotico, risale alla fine del XV secolo.
  • I Béraux furono edificati nel XVI secolo dal ricco mercante Jean Archimbaud
  • La manoir des Champs, costruita nel XVII secolo per la famiglia Grandsaigne, che si alleerà a quella di Biagio Pascal.

Persone legate a Thiers[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ INSEE popolazione legale totale 2009
  2. ^ (FR) Ministero francese della cultura - La chiesa di san Genesio di Thiers
  3. ^ (FR) Hermose Andrieu, Histoire de la ville et de la baronnie de Thiers, éd. de Beauvoir, p. 31
  4. ^ (FR) Bruno Tournilhac, Pays de Thiers Le regard et la mémoire, p. 25

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Francia Portale Francia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Francia