The Nightfly

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Nightfly
ArtistaDonald Fagen
Tipo albumStudio
Pubblicazione1° ottobre 1982
Durata38:46
GenereRock
Jazz
EtichettaWarner Bros Records
ProduttoreGary Katz
Registrazione1981 - 1982
Donald Fagen - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1993)
Singoli
  1. I.G.Y.
    Pubblicato: settembre 1982
  2. New Frontier
    Pubblicato: gennaio 1983
  3. Ruby Baby
    Pubblicato: aprile 1983
Recensioni professionali
Recensione Giudizio
Ondarock Pietra miliare
Allmusic 4.5/5 stelle
(EN)

« An independent station
W J A Z
With jazz and conversation
From the foot of Mt. Belzoni
Sweet music
Tonight the night is mine
(...) »

(IT)

« Una stazione radio indipendente
W J A Z
Con musica jazz e conversazioni
Dalle pendici del monte Belzoni
Bella musica
Stanotte la notte è mia
(...) »

(The Nightfly)

The Nightfly è l'album di debutto da solista del cantautore statunitense Donald Fagen, già leader degli Steely Dan, pubblicato il 1° ottobre 1982.

Il disco[modifica | modifica wikitesto]

The Nightfly (dal soprannome di un disc jockey molto famoso quando Fagen era ragazzino) è sostanzialmente un disco autobiografico, un concept album in cui il musicista statunitense ripercorre gli anni della sua giovinezza.

In I.G.Y. (International Geophysical Year) per esempio parla dell'ottimismo per la scienza che c'era nel 1958, in Goodbye Look della rivoluzione cubana vista con gli occhi di un bambino americano dell'epoca, in Ruby Baby delle prime feste, in Maxine del suo primo amore, in New Frontier della paura per la guerra fredda.

Primo album interamente in digitale, è ricordato anche per la straordinaria qualità dell'incisione, al punto che ancora oggi viene utilizzato per testare la qualità degli impianti hi-fi. Tra CD ed LP quest'ultimo viene considerato superiore e resta uno dei riferimenti in campo audiofilo. Purtroppo nelle successive realizzazioni gli ingegneri del suono non sono mai riusciti ad eguagliare la strepitosa dinamica e qualità di The Nightfly.[1]

Particolare fortuna ebbe il singolo New frontier, che fu accompagnato da un divertente video a cartoni animati ispirato all'America dell'era Kennedy ed alla minaccia dell'atomica. In un'intervista concessa a Capital Radio (Londra) nel 1988 Fagen ha dichiarato che il testo del brano in questione illustra i dialoghi tra ragazzi durante un party estemporaneo, organizzato dentro un rifugio antiatomico, approfittando dell'assenza dei loro genitori fuori per il week-end.[2] Gli interventi di chitarra solista di matrice bluesy all'interno della stessa traccia sono opera di Larry Carlton.[2]

Il disco riprende molte delle linee melodiche del gruppo - in particolare di Gaucho.

Pur non essendo stato all'epoca un successo di grandi dimensioni, ha continuato a vendere negli anni con regolarità, diventando un longseller, tanto che nel 2007 ne è uscita una versione celebrativa, un cofanetto con 3 CD contenente oltre alle canzoni già note molto materiale extra.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

  1. I.G.Y. (International Geophysical Year) – 6:05
  2. Green Flower Street – 3:40
  3. Ruby Baby (di Jerry Leiber e Mike Stoller; arrang. di Donald Fagen) – 5:38
  4. Maxine – 3:50
  5. New Frontier – 6:23
  6. The Nightfly – 5:45
  7. The Goodbye Look – 4:47
  8. Walk Between Raindrops – 2:38
Tracce bonus
  1. True Companion (presente in The Nightfly Trilogy MVI Boxed Set) – 5:09
  2. Green Flower Street (Live, presente in The Nightfly Trilogy MVI Boxed Set) – 4:25
  3. Century's End (presente in The Nightfly Trilogy MVI Boxed Set) – 5:32

Musicisti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Donald Fagen - The Nightfly :: Le Pietre Miliari di OndaRock, in OndaRock. URL consultato l'11 ottobre 2016.
  2. ^ a b (EN) dati ricavati dalla scheda di New Frontier sul sito Songfacts [1].

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]