The Man Behind the Badge

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Man Behind the Badge
Charles Bickford 1950s.JPG
Il presentatore degli episodi Charles Bickford in una foto pubblicitaria della serie
Paese Stati Uniti d'America
Anno 1953-1955
Formato serie TV
Genere antologico, poliziesco
Stagioni 2
Episodi 88
Durata 30 min (episodio)
Lingua originale inglese
Caratteristiche tecniche
Aspect ratio 1,33 : 1
Colore bianco e nero
Audio mono
Crediti
Produttore Bernard J. Prockter, Jerome Robinson
Casa di produzione Prockter Television Enterprises, Revue Studios
Prima visione
Prima TV Stati Uniti d'America
Dal 11 ottobre 1953
Al 17 settembre 1955
Rete televisiva CBS

The Man Behind the Badge è una serie televisiva statunitense in 88 episodi trasmessi per la prima volta nel corso di 2 stagioni dal 1953 al 1955.

È una serie di tipo antologico in cui ogni episodio rappresenta una storia a sé. Gli episodi sono storie di genere poliziesco.

Presentatori[modifica | modifica sorgente]

Interpreti[modifica | modifica sorgente]

La serie vede la partecipazione di numerosi attori, alcuni dei quali interpretarono diversi ruoli in più di un episodio.[1]

Produzione[modifica | modifica sorgente]

La serie fu prodotta da Bernard J. Prockter e Jerome Robinson per la Prockter Television Enterprises e la Revue Studios[2]

Registi[modifica | modifica sorgente]

Tra i registi sono accreditati:[1]

Sceneggiatori[modifica | modifica sorgente]

Tra gli sceneggiatori sono accreditati:[1]

Distribuzione[modifica | modifica sorgente]

La serie fu trasmessa negli Stati Uniti dall'11 ottobre 1953 al 17 settembre 1955[3] sulla rete televisiva CBS.

Episodi[modifica | modifica sorgente]

Stagione Episodi Prima TV USA
Prima stagione 51 1953-1954
Seconda stagione 37 1954-1955

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b c (EN) IMDb - Cast e crediti completi. URL consultato il 10 luglio 2013.
  2. ^ (EN) IMDb - Crediti per le compagnie. URL consultato il 10 luglio 2013.
  3. ^ (EN) The Man Behind the Badge - TVRage - Elenco degli episodi. URL consultato il 10 luglio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

televisione Portale Televisione: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di televisione