The Last International Playboy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
The Last International Playboy
Titolo originale The Last International Playboy
Paese di produzione USA
Anno 2008
Durata 92 min
Colore colore
Audio sonoro
Genere commedia, drammatico
Regia Steve Clark
Soggetto Steve Clark
Sceneggiatura Steve Clark, Thomas Moffett
Fotografia Brian Burgoyne
Montaggio Connor Kalista
Effetti speciali Randy Little
Scenografia Amanda Ford
Costumi Robin Sprance, Kimberly Baird, Amanda Ford
Trucco David Kalahiki, Jasen Kaplan
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

The Last International Playboy è un film drammatico del 2008 diretto da Steve Clark.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo scrittore Jack Frost ha trascorso gli ultimi sette anni tra sesso e alcolismo, tanto da essere riconosciuto da tutti come un grande playboy. Le sue giornate si consumano in modo vuoto e inconcludente, tra party in compagnia di modelle e qualche passeggiata per le vie della città.

Questa routine viene interrotta quando il suo primo amore gli comunica che sta per sposarsi. Jack si rifiuta di accettare che l'unico riferimento rimasto nella sua vita, un'amica vera, con la quale ha condiviso tutto fin da quando erano bambini, stia per prendere marito. Nel frattempo Kate, giornalista di un noto magazine, s'interessa alla sua storia personale e finisce con l'innamorarsi di lui. C'è anche un'altra amica di Frost che ha un disperato bisogno d'aiuto: è una tossicomane, anoressica e aspirante suicida. Jack fa di tutto per salvarla, accompagnandola a ricoverarsi in una clinica per la disintossicazione.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film è stato prodotto dalla Black Note Films e C Plus Pictures.[1] L'assistenza legale è stata curata dalla Gray Krauss Stratford Sandler Des Rochers.[2] Le scene sono state girate a Tampa (Florida), a New York City (New York), e a Manhattan (New York City).[3] Il film è dedicato alla memoria di Lucy Gordon, che interpretava la giornalista Kate. Gordon si suicidò poco prima l'uscita del film.[4]

Colonne sonore[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film viene presentato nel gennaio 2008 al Slamdance Film Festival, e nell'aprile dello stesso anno al Newport Beach International Film Festival. Viene invece distribuito nelle sale cinematografiche statunitensi il 12 giugno 2009, mentre in quelle italiane il 5 maggio 2010.[5]

Divieto[modifica | modifica wikitesto]

Il film nei cinema americani viene classificato dalla Motion Picture Association of America (MPAA) con il certificato numero 45965, R (restricted), ovvero vietato ai minori di 17 anni non accompagnati dai genitori.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ http://www.imdb.com/title/tt1037090/companycredits?ref_=tt_dt_co#production
  2. ^ http://www.imdb.com/title/tt1037090/companycredits?ref_=tt_dt_co#other
  3. ^ http://www.imdb.com/title/tt1037090/locations?ref_=ttco_ql_6
  4. ^ http://www.imdb.com/title/tt1037090/trivia?ref_=tt_trv_trv
  5. ^ http://www.imdb.com/title/tt1037090/releaseinfo?ref_=tt_dt_dt#releases
  6. ^ http://www.imdb.com/title/tt1037090/parentalguide?ref_=tt_stry_pg

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema