Alexi Murdoch

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Alexi Murdoch
Alexi2012.png
Alexi Murdoch al PopTech 2012 a Reykjavik
Nazionalità Regno Unito Regno Unito
Genere Folk
Indie rock
Periodo di attività musicale 2002 – in attività
Strumento Voce, Chitarra, Pianoforte, Batteria, Basso, Violino
Etichetta Zero Summer
Album pubblicati 3
Studio 3
Sito ufficiale

Alexi Murdoch (Londra, 27 dicembre 1973) è un musicista e cantautore inglese.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Londra da padre greco e madre franco-scozzese, vive in Grecia fino a 10 anni, quando la sua famiglia si trasferisce nuovamente in Scozia. Nel 1992 Alexi va a studiare alla Duke University e successivamente si trasferisce a Los Angeles con la sua ragazza. In questi anni Alexi guadagna una discreta popolarità quando un famoso DJ di Los Angeles, Nic Harcourt, inizia a trasmettere alcune sue canzoni sulla stazione radio KCRW. Tutto ciò attira l'industria musicale di L.A. che però viene ignorata da Murdoch che preferisce produrre la sua musica indipendentemente.

Four Songs (2002-2005)[modifica | modifica wikitesto]

Nel novembre 2002, Alexi pubblica il suo primo lavoro, un EP intitolato Four Songs, venduto attraverso store indipendenti e sul sito CD Baby il quale vende 40 mila copia rendendolo il CD più venduto del sito. Grazie a questo inaspettato successo, Alexi guadagna una discreta fama e si esibisce nel 2003 al South by Southwest Music Conference e al Sundance Film Festival[1] mentre l'anno successivo al Hollywood Reporter/Billboard Film & TV Music Conference. Nel mentre la sua Orange Sky (estratta da Four Songs) diventa la canzone maggiormente riprodotta dalla stazione radio di Philadelphia WXPN e viene inoltre inserita in diversi film e serie televisive come Prison Break, The O.C., Scrubs e Ugly Betty.

Time Without Consequence (2006-2008)[modifica | modifica wikitesto]

Nel giugno 2006 Alexi pubblica il suo primo album, intitolato Time Without Consequence sotto la sua etichetta Zero Summer, con cui ottiene un grande successo di vendite.[1]. Così come aveva fatto con il suo precedente EP, anche in questo caso Alexi declina le offerte di numerose case discografiche preferendo mantenere il pieno controllo creativo sulla sua musica. Nel disco vengono inseriti tre brani tratti da Four Songs e registrati nuovamente per l'occasione ed altre nuove tracce per un totale di 11 brani.

Poco dopo la pubblicazione dell'album, inizia un tour in 34 città con la Coalition of Indipendent Music Stores, con la maggior parte delle esibizioni tenute in negozi di musica indipendente. Anche per questo album, numerosi brani come All My Days, Breathe, Home, Orange Sky vengono utilizzati in film e serie TV, perlopiù statunitensi.

Nel Natale 2006, pubblica solo sugli store digitali una sua versione acustica del classico natalizio Silent Night[2].

Towards The Sun (2009-2011)[modifica | modifica wikitesto]

Nella primavera del 2009, Murdoch parte per un tour negli Stati Uniti da headliner, nella quale distribuisce una versione limitata, stampata a mano[3], in cartone del suo nuovo album di prossima uscita intitolato Towards the Sun. Nel giugno successivo, esce la colonna sonora del film American Life (Away We Go il titolo originale), diretto da Sam Mendes, nella quale Alexi contribuisce con 8 suoi brani più uno inedito (The Ragged Sea); le altre 4 tracce della soundtrack sono di artisti del calibro di The Velvet Underground, Bob Dylan, George Harrison e The Stranglers. Successivamente tiene alcuni concerti in Europa di cui 2 a Berlino (dove tuttora vive) e nel febbraio 2011, si esibisce a New York nel contesto del prestigioso American Songbook Series e poco dopo parte per un tour in Nord America che tocca tra le tante città anche Filadelfia, Los Angeles, San Francisco, Seattle, Portland, Vancouver, Chicago e Minneapolis.

Sempre nel 2011, dopo una lunga attesa arriva l'uscita ufficiale del suo secondo album in studio Towards The Sun seguita da un tour che tocca anche l'Italia per una singola data all'Auditorium Parco Della Musica a Roma il 16 dicembre dello stesso anno[4].

Influenze[modifica | modifica wikitesto]

Per il suo stile musicale, Murdoch è spesso comparato ad il britannico Nick Drake[5]. Il suo folk è caratterizzato da pochi accordi, arpeggi trascinanti e ripetitivi, accompagnati spesso dal suono di qualche arco che accompagnano la sua voce calda, affiancata da humming e cori.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b ondarock
  2. ^ Silent Night - Single by Alexi Murdoch on Apple Music, su iTunes. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  3. ^ Concert Review: Alexi Murdoch, su carryyouaway.blogspot.it. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  4. ^ Fondazione Musica per Roma, AUDITORIUM PARCO DELLA MUSICA, su www.auditorium.com. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  5. ^ Alexi Murdoch - Time Without Consequence (album review ) | Sputnikmusic, su www.sputnikmusic.com. URL consultato il 28 dicembre 2016.
  6. ^ Away We Go [Original Motion Picture Soundtrack] - Alexi Murdoch | Songs, Reviews, Credits | AllMusic, su AllMusic. URL consultato il 28 dicembre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN122086959 · ISNI: (EN0000 0001 1887 1726 · LCCN: (ENno2004058423 · GND: (DE14399493X
Musica Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica