The Halfway House

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
The Halfway House
Paese di produzioneRegno Unito
Anno1944
Durata95 min
Dati tecniciB/N
Generedrammatico, fantastico
RegiaBasil Dearden
SoggettoDennis Ogden
SceneggiaturaAngus MacPhail, Diana Morgan
ProduttoreMichael Balcon
Casa di produzioneEaling Studios
FotografiaWilkie Cooper
MontaggioCharles Hasse
Effetti specialiRoy Kellino
MusicheLord Berners
Interpreti e personaggi

The Halfway House è un film drammatico del 1944 diretto da Basil Dearden.

Oltre ad essere ispirato all'opera teatrale del 1940 The Peaceful Inn di Denis Ogden, il film fa anche riferimento ad un fatto accaduto durante la seconda guerra mondiale. Il villaggio gallese di Cwmbach venne colpito da una bomba sganciata dalla Luftwaffe che distrusse una locanda, uccidendo solo il proprietario e sua figlia, evento che non ha mai trovato una spiegazione dato che la remota zona rurale non venne mai identificata come oggetto di raid aerei.[1]

Il British Film Institute, la maggiore istituzione cinematografica britannica, lo ha definito «uno dei primi modelli di ciò che sarebbe diventato il tradizionale "stile Ealing"».[2]

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di viaggiatori, ciascuno con qualcosa da nascondere del proprio passato, trova riparo durante un temporale in una misteriosa locanda nella campagna gallese. Ad accoglierli ci sono l'albergatore Rhys e sua figlia Gwyneth, ma l'atmosfera appare subito misteriosa anche perché tutti i giornali risalgono all'anno prima.

Locations[modifica | modifica wikitesto]

Oltre alle sequenze girate agli Ealing Studios di Londra, tra i luoghi delle riprese ci sono il monastero di Barlynch a Dulverton (la locanda), la stazione di East Anstey nel Devon e Porlock Hill nel Somerset.[3]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo l'anteprima del 14 aprile 1944 a Londra, il film venne distribuito nelle sale cinematografiche inglesi a partire dal 5 giugno.[4]

Date di uscita[modifica | modifica wikitesto]

  • Regno Unito (The Halfway House) - 5 giugno 1944
  • Svezia (Mellan två världar) - 1 ottobre 1944
  • USA (The Halfway House) - 12 agosto 1945
  • Finlandia (Majatalo) - 14 ottobre 1945
  • Danimarca (Halvvejs-huset) - 19 novembre 1945
  • Francia (L'auberge fantôme) - 5 febbraio 1952

Critica[modifica | modifica wikitesto]

La recensione apparsa sul Times del 17 aprile 1944 riportava : «Il film ottiene i suoi effetti in modo sfuggente quando sembra almeno sforzarsi di ottenerli, e un "brivido" occasionale si ottiene con sottili tocchi di regia che illuminano non solo la profondità della tensione umana e dell'infelicità, ma anche in maniera discreta la loro causa, la guerra».[5]

Sul sito Flickering Myth il film è giudicato «un classico del cinema britannico incompreso e passato inosservato»,[6] mentre nel libro Forever Ealing: A Celebration of the Great British Film Studio, George Perry ha scritto: «Non importa quanto sia ben recitato, la fantasia è difficile da sostenere e non va mai al di là del dramma allegorico».[7]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ The Halfway House - Trivia, www.imdb.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  2. ^ The Halfway House, www.screenonline.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  3. ^ The Halfway House - Filming Locations, www.imdb.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  4. ^ The Halfway House - Release Info, www.imdb.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  5. ^ (EN) New films in London - Regal, in The Times, 17 aprile 1944.
  6. ^ DVD Review - The Halfway House (1944), www.flickeringmyth.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.
  7. ^ The Halfway House[collegamento interrotto], www.britmovie.com. URL consultato il 23 ottobre 2016.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema