Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Personaggi di Devilman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Tare Makimura)

1leftarrow.pngVoce principale: Devilman.

Questa voce contiene un elenco di personaggi provenienti dal manga e dalla serie tv animata Devilman.

Personaggi principali[modifica | modifica wikitesto]

Akira Fudo[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Akira Fudo.

Miki Makimura[modifica | modifica wikitesto]

Miki Makimura
Universo Devilman
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Editore Kodansha
Voci orig.
  • Sumie Sakamoto (Serie TV)
  • Atsuko Enemoto (Amon - Apocalypse of Devilman)
Voci italiane
Specie umana
Sesso Femmina
Parenti
  • Tare (fratello)

Miki Makimura è un'amica di Akira Fudo, che ospita in casa sua dopo la scomparsa dei suoi genitori. Non è, nonostante tutto, un personaggio propriamente positivo, essendo descritta da Go Nagai oltre che come una bellissima ragazza, come una persona decisamente irresponsabile e dotata di un senso di meschina superficialità (a differenza della serie animata e dei due OAV, dove viene descritta come una persona più dolce, un vero e proprio faro verso l'amore e la giustizia, l'ideale di innocenza a cui Devilman non è in grado di opporsi) e difatti non perde occasione per stuzzicare l'amico. Akira è innamorato di lei, ma lei non lo ricambierà se non dopo la sua trasformazione in Devilman. Per Akira, Miki è tutto, e nell'anime sarà lei la causa del tradimento di Devilman mentre nel manga Akira sarà mosso dal desiderio di salvare l'umanità dalla minaccia dei demoni.

Miki appare nel primo capitolo del manga, mentre si dirige verso casa con l'amico Akira. Durante il tragitto la ragazza non può fare a meno di sfottere bonariamente l'amico su alcuni particolari piuttosto imbarazzanti della sua infanzia, finché i due non si imbattono in un teppista di nome Dosuroku e nei suoi amici, che cominciano a sfotterli pesantemente. Akira, cerca in tutti i modi di evitare di rispondere alle loro provocazioni, temendo conseguenze spiacevoli, mentre Miki, irritata dalle loro provocazioni e dalla calma dell'amico risponde prima a parole e poi a fatti, schiaffeggiandoli (da qui il soprannome con il quale la ragazza è nota: Miki la sberla), solo per finire sbattuta contro un muro e poi immobilizzata dal furioso Dosuroku, che cerca di picchiarla. A salvare la situazione interverrà Ryo Asuka, il migliore amico di Akira, che spara con il suo fucile da caccia mettendo in fuga i teppisti e portandosi via Akira sotto gli occhi della esterrefatta ragazza. Quando Miki rincontra Akira, nel frattempo divenuto Devilman a sua insaputa, rimane colpita nel vedere quanto il ragazzo sia cambiato, e ancora di più quando Akira stende con una sola mano Dosuroku e i suoi amici teppisti, desiderosi di vendicarsi per quanto accaduto il giorno prima. Ed è allora che Miki comincia a provare attrazione verso Akira. In seguito Miki viene minacciata da Ghelmer e Agwel, due demoni subordinati della terribile arpia Silen, che tentano di ucciderla per arrivare ad Akira (evento del quale la ragazza non ricorderà più nulla per volere dei demoni) e si troverà coinvolta nello scontro tra Akira e il generale Zan, senza però scoprire la verità sul ragazzo. Sarà solo a causa dell'intervento di Ryo (che mostrerà al mondo intero un filmato che mostra Akira trasformarsi in Devilman) che Miki scoprirà la terribile verità sul ragazzo che ama, ma non per questo smetterà di amarlo. Allontanata dai genitori (arrestati dai Corpi Anti-Demoni, che li accusano di aver aiutato Akira a fuggire), Miki è costretta a rifugiarsi in casa con il fratellino Tare e con Masa (uno degli amici di Dosuroku, che ormai ha stretto amicizia con Akira), ma qui i ragazzi vengono assaliti da una folla impazzita che vede in loro i figli del Diavolo e che tentano di ucciderli. I ragazzi si difendono strenuamente, con bombe molotov, coltelli e altre armi, ma la pazzia degli intrusi ha il sopravvento. Tare e Masa cadono dopo poco tempo, orribilmente trucidati, mentre Miki, in balia degli invasati che la accusano di essere una strega, si difende per quanto può salvo poi venire gravemente ferita e sopraffatta dai pazzi. La ragazza cade così vittima della insensata follia di coloro per i quali Akira ha sacrificato la sua umanità diventando l'Uomo Diavolo.

Nella serie animata Miki ha il ruolo di co-protagonista insieme ad Akira/Devilman, di cui è cugina. Inoltre è proprio Miki il motivo per cui Devilman ha tradito la tribù dei demoni e si è schierato con gli esseri umani per amor suo.

Ryo Asuka[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Satana (Devilman).

Demoni[modifica | modifica wikitesto]

Un gruppo di demoni

I demoni sono una specie di creature mostruose, che avrebbero abitato il pianeta Terra in un periodo molto remoto, precedente all'Era Glaciale e pertanto alla comparsa della razza umana sulla Terra. Sono esseri crudeli ed assetati di sangue, dominati da istinti selvaggi e maligni, predisposti per natura al combattimento fisico e al massacro, ognuno con un potere particolare e con un aspetto molto variegato: possono avere l'aspetto di umanoidi dai tratti orribili e bestiali, animali mostruosi, masse amorfe o ibridi mostruosi; non è raro però che vi siano demoni dotati di bellezza o quantomeno di tratti non sgradevoli.

Agwel[modifica | modifica wikitesto]

Agwel
Universo Devilman
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Voci italiane
Specie demone
Sesso Maschio
Abilità Capacità di fondersi con i materiali solidi

Agwel è un demone di consistenza melmosa con la capacità di fondersi con i materiali solidi. È un subordinato dell'arpia Silen. Viene sorpreso da una bambina mentre sta sbranando un uomo. In seguito compare una seconda volta assieme a Ghelmer quando Silen, decisa ad uccidere Devilman e la famiglia Makimura, li evoca entrambi per combatterlo. Agwel si infiltra così nella casa dei Makimura, ed imprigiona nel muro i coniugi Makimura. In seguito sfida Devilman imprigionandolo nel pavimento, ma lui riesce a liberarsi. Agwel attacca nuovamente Akira, ma perde miseramente la vita venendo decapitato dal ragazzo.

Agwel compare anche nell'OAV Devilman: l'Arpia Silen, e non è molto diverso da come appare nel manga, tranne per la presenza di un terzo occhio sulla fronte.

Nel primo film della serie parodistica Il Pazzo Mondo di Go Nagai, Agwel è raffigurato come un mostriciattolo fatto di letame, che cerca in più di un'occasione lo scontro con Devilman, rimediandone sempre una sonora sconfitta e finendo sempre spiaccicato al suolo.

Amon[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Amon (Devilman).

Generale Zan[modifica | modifica wikitesto]

Generale Zan
Universo Devilman
Autore Go Nagai
Voce italiana Renato Montanari (Serie TV)

Il Generale Zan è un demone molto potente, dotato di una tremenda forza fisica e di vari altri poteri. Ha un corpo pressoché umanoide di colore blu-grigio con alcune spine sulle spalle. Ha quattro corna sopra la testa e quattro occhi e una bocca sul petto. Il suo potere principale è la capacità di controllare una razza di ragni infernali, che se ingoiati da un essere umano permettono a Zan di trasformare l'umano in questione in un soldato demoniaco privo di ragione. Zan viene inviato sulla terra da Zenon con l'incarico di provocare la distruzione interna degli umani. Decide così di usare i suoi ragni per possedere gli studenti di una scuola,non sapendo però che tra questi studenti c'è anche Akira Fudo ossia Devilman che libera gli studenti uccidendo poi Zan.

Nella serie tv animata si presenta invece come un demone con il corpo verde, braccia e gambe blu, una coda che usa a mo' di frusta ed ha la testa da lupo con due antenne. Ha infine due occhi sul petto; parla solo telepaticamente e tiene la bocca perennemente aperta con una grande agilità e forza fisica. Può inoltre sparare raggi laser dagli occhi che ha sul petto. Egli viene inviato sulla Terra da Zennon per fermare Devilman, lasciando però il lavoro a Petra. Al fallimento di quest'ultimo, Zanin lo ucciderà e Zenon deciderà di esonerarlo dall'incarico. Continua però anche senza permesso ad aiutare i demoni di turno per sconfiggere Devilman, venendo ucciso verso la fine della serie proprio da Devilman.

Zan non appare mai negli OAV, ma in Amon - The Apocalypse of Devilman vi è un demone di nome Saylos che come Zan è a capo di un gruppo di demoni. A differenza di Zan, Saylos verrà ucciso da Amon e non da Devilman. La versione televisiva di Zannin appare in Mazinga Z contro Devilman. Si è alleato con il Dottor Hell dopo essere stato soggiogato dal suo dispositivo di controllo mentale, ed è lui che coordina le missioni demoniache. Tortura personalmente Devilman e tenta di dare prova della sua forza misurandosi contro il Mazinga Z ma viene ucciso dalle nuove ali del robot.

Ghelmer[modifica | modifica wikitesto]

Ghelmer
Universo Devilman
Nome orig. (Geluma)
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Voci italiane
Specie demone
Sesso Maschio
Abilità Capacità di fondersi con l'acqua

Ghelmer ( Geluma?) è un demone dall’aspetto rettiloide, dotato della capacità di fondersi con l’acqua. Quando il suo corpo è saturo d’acqua, può esercitare vari poteri come ad esempio la metamorfosi, ma quando è asciutto è privo di ogni potere. Compare solo nel secondo capitolo di Devilman.

Ghelmer viene evocato assieme all’alleato Agwel dal suo superiore, l’arpia Silen, con l’ordine di sterminare la famiglia Makimura e combattere contro Devilman. Dopo aver assorbito l’acqua che Silen ha fatto cadere dal cielo, Ghelmer si infiltra in casa Makimura, e si nasconde nel bagno, mentre Miki si appresta a fare il bagno. Dopo averla spiata, nascosto nello specchio con le sembianze del riflesso della ragazza, il mostro si nasconde poi nell’acqua della vasca, e attacca Miki avvolgendola in un vortice d’acqua. L’intervento di Akira salverà la ragazza dall’annegamento, ma in seguito il demone possiede Miki, che ha bevuto un po’ della sua acqua. Dopo aver colpito Miki facendola svenire e aver ucciso Agwel che, insieme a Ghelmer, lo ha attaccato, Akira riesce a far rigettare l’acqua a Miki e fronteggia nuovamente Ghelmer, gettandogli un lenzuolo addosso e dandogli fuoco, facendo così evaporare l’acqua che il demone ha assorbito. A questo punto Ghelmer, completamente indifeso dopo la scomparsa dell’acqua, attacca nuovamente Devilman ma viene battuto e brutalmente ucciso da questi.

Ghelmer compare nell’OAV Devilman: L’Arpia Silen. Il suo aspetto è un po’ diverso da quello del manga: ha infatti due lunghe antenne articolate simili alle zampe di una mantide sulla testa ed è privo delle zampe posteriori. La sua voce italiana appartiene al doppiatore e sceneggiatore di fumetti Pasquale Ruju. Il personaggio compare anche nella serie TV, ma è stato molto modificato rispetto al manga: il suo nome non è più Ghelmer, ma Geruge, e i suoi poteri sono basati non più sull’acqua ma sull’acido, e l’acqua è per lui mortale. Una versione deformata di Ghelmer compare nel primo OAV della trilogia Il Pazzo Mondo di Go Nagai; in questo film viene incaricato da Silen di camuffarsi da Miki per ingannare Devilman, ma mentre lo aspetta sulla cima del palazzo di ghiaccio, si congela.

Jinmen[modifica | modifica wikitesto]

Jinmen
Universo Devilman
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Voce orig. Takeshi Aono
Voci italiane
Specie demone
Sesso Maschio
Abilità
  • collo e arti allungabili
  • tocco ustionante
  • metamorfosi
  • volo
  • raggi mortali
  • Quando divora una persona si fa spuntare il suo volto sul guscio

Jinmen è un orribile e spregevole demone simile ad un'enorme tartaruga, con la particolarità di farsi spuntare sul dorso del guscio i volti delle persone che ha divorato. È infatti dall'odio delle sue vittime ingerite che il mostro sugge linfa vitale, e ciò gli consente di divenire sempre più grande e più forte.

Jinmen, appartenente alle truppe del Generale Zan, compare per la prima volta dopo aver attirato un treno con tutti i suoi passeggeri, tra cui anche Sachiko, una bambina amica di Devilman, in una trappola mortale tesa da lui e dai suoi compagni. Dopo aver divorato i passeggeri del treno, compresa Sachiko, il malvagio mostro telefona ad Akira Fudo, dicendogli che ha divorato Sachiko e sfidandolo a venire a battersi con lui. Akira, furioso, si reca in piena notte in un parco giochi deserto, luogo della sfida con Jinmen, e qui ha un incontro straziante con Sachiko, divorata viva da Jinmen e il cui volto spunta dalla corazza del demone. A questo punto Jinmen provoca Akira, rivelandogli cosa succede alle vittime che lui divora, al che Akira, accecato dalla rabbia, si trasforma in Devilman e attacca furiosamente Jinmen. Sfortunatamente nel corso del combattimento, Devilman colpisce uno dei volti incastonati nel guscio di Jinmen uccidendolo, e comprende così che non può attaccare il mostro senza fare del male alle sue vittime ed esita a sferrare un nuovo attacco. Jinmen approfitta della sua esitazione e lo attacca a sua volta, e Devilman sentendosi impotente non si difende. A questo punto la piccola Sachiko implora Akira di attaccarlo e di ucciderlo,di non preoccuparsi di lei e di far smettere di soffrire lei e tutte le vittime di Jinmen, e così Devilman colpisce il mostro con un pugno, squarciando metà del volto della bambina ed uccidendola definitivamente. Dopo aver chiuso l'occhio superstite della bambina con un dito, Devilman attacca nuovamente Jinmen ferito e sanguinante, ed ignorando le sue suppliche di non ucciderlo, a meno di non voler uccidere anche le sue vittime, lo finisce brutalmente, squarciando il suo guscio. Il duello si conclude così con Devilman che, ritornato ad essere Akira Fudo, piange sui volti, ormai definitivamente morti delle vittime di Jinmen.

Jinmen fa una comparsa in Devil Lady. È, come Silen, Kaim e gli altri nemici di Devilman, relegato all'Inferno e vuole vendicarsi di Devilman. A questo scopo attacca lui e Jun Fudo, nel corso della loro discesa nei vari strati dell'Inferno, rivelando nuove abilità, tra le quali la capacità di volare roteando come un freesbee e di lanciare raggi tramite degli occhi nascosti sotto le piastre della parte inferiore della corazza, che può aprire e chiudere a piacimento. In queste circostanze le sue vittime, ancora prigioniere nel suo guscio, compresa Sachiko rivolgono frasi di odio a Devilman,accusandolo di averli mandati all'Inferno assieme al loro assassino. Al termine dello scontro che segue, Devilman riesce a sconfiggerlo decapitandolo e distruggendo la sua testa, e liberando così Sachiko e le altre vittime che, finalmente libere, volano in Paradiso, non più in collera con Devilman. Essendo però all'Inferno Jinmen non è realmente morto e si rigenera diventando piccolo come una normale tartaruga. Akira lo distruggerà di nuovo con una grossa pietra. Come gli altri demoni tuttavia, anche lui tornerà sulla Terra in occasione dell'avvento di Satana.

Nel manga "Strange Days" di Yu Kinutani e Go Nagai, fa la sua comparsa un demone molto simile a Jinmen, sia nell'aspetto che nelle abilità(simile ad una tartaruga gigante, con volti che gli spuntano dal guscio), ma dal momento che Jinmen all'epoca degli eventi del suddetto manga era già morto, si tratta chiaramente di un demone della sua stessa sottorazza.

Jinmen è anche uno dei principali antagonisti dell'OAV Devilman: l'arpia Silen, ma la sua storia è stata modificata rispetto al manga[non chiaro]: nel manga Jinmen ha divorato Sachiko, nell'OAV invece ha divorato la madre di Akira Fudo, e Akira dovrà riviverne l'orribile morte per trovare la forza di uccidere il suo nemico. È interessante notare che nel manga Devilman affronta Jinmen dopo aver sconfitto l'arpia Silen, mentre nell'OAV dovrà affrontare prima Jinmen. Anche l'ambientazione dello scontro è diversa: mentre nel manga si svolge in un parcogiochi, nell'OAV si svolge in un lago sotterraneo, situato sotto la rete fognaria della città. Jinmen fa una breve apparizione anche nell' OAV Devilman:la genesi, nella scena in cui i demoni si risvegliano dal loro sonno millenario e attaccano i genitori di Akira. In questo OAV il ruolo di Sachiko è ricoperto dalla madre di Akira. Curiosamente, in questa scena, il character design del demone appare fedele a quello del Manga, mentre, nel successivo OAV, apparirà parecchio modificato. Jinmen è anche co-protagonista della serie parodistica Il Pazzo Mondo di Go Nagai. Inizialmente ostile ai protagonisti, ha sul guscio le facce di animali della fattoria, il che lo rende decisamente buffo, ed è molto più debole della versione "seria", al punto che viene decapitato da Miki con una mannaia. Ciononostante non muore e diventa amico di Akira e di Miki, dando vita a buffe gag nel corso della serie (anche se loro lo tengono più come cibo di riserva). Ha inoltre una famiglia, formata da una moglie ed una figlia identici a lui. Suo tormentone della serie è "Hai mai sentito la tartaruga dentro di te?!".

Kaim[modifica | modifica wikitesto]

Kaim
Universo Devilman
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Voci italiane
Specie demone
Sesso Maschio
Abilità
  • teletrasporto
  • scosse elettriche
  • volo

Kaim è un demone quadrupede simile ad un enorme rinoceronte, con una piccola testa e due lunghi spuntoni che gli spuntano dalle spalle. È innamorato dell'arpia Silen, e per amore suo si sacrifica per aiutarla a vincere la sua battaglia con Devilman.

Kaim viene inviato sulla Terra dal re demone Zenon in risposta alle suppliche disperate di Silen, che implora il suo aiuto per sconfiggere Devilman. Kaim, perdutamente innamorato di Silen e probabilmente offertosi volontariamente ad aiutarla, le offre il suo corpo e i suoi poteri, dichiarandole di non essere interessato a vivere ancora e di volerle fare provare il gusto della vittoria prima della morte, e per essere sicuro che sia la volontà dell'arpia a prevalere dopo la fusione, si uccide autodecapitandosi, non prima di averle dichiarato il suo amore dicendole: "Silen sei bellissima anche coperta di sangue." Con il suo aiuto Silen riesce a sconfiggere Devilman, ma non ad ucciderlo, poiché la morte sopraggiungerà poco dopo.

Kaim ricompare in Devil Lady durante la saga della discesa agli Inferi. È ancora fuso con Silen, ma nel corso del combattimento con Devilman si separa da lei, ritornando in vita. Alla vista della sua amata in difficoltà contro Devilman, Kaim si scaglierà contro l'uomo diavolo impalandolo con un corno e dichiarando a Silen che Amon, che lei un tempo ha amato è ormai morto e che lui, Kaim, la ama con tutto se stesso. In seguito alla trasformazione di Silen in una statua da parte di Medusa, Kaim si prepara a trascorrere tutta l'eternità piangendo accanto ai resti della sua amata. Come Silen e gli altri demoni, anche Kaim tornerà sulla Terra fondendosi con Seiji Hayami proprio mentre quest'ultimo si rende conto di amare Jun Fudo. Alla vista di Silen fusa con Aoi Kurosaki le dichiara che è ancora bellissima, anche se le sue ali sono nere e non più bianche.

Kaim compare anche in Amon: Darkside of the Devilman. Sembra che come Silen anche lui facesse parte di una stirpe di demoni della quale lui rappresenta l'ultimo sopravvissuto. Si innamora di Silen dalla prima volta che la incontra e stringe alleanza con Amon. Stringe amicizia anche con una giovane demoniessa metà donna e metà crostaceo fusasi con un orrido demone amorfo(lo stesso che si fonderà con Miko, millenni più tardi) e per questo divenuta orribile a vedersi. Sarà costretto ad uccidere la sua amica quando questa, ingannata da Asura, cerca di aggredire Silen. Infine quando Silen, ferita a morte da Amon, si rifugia in una grotta per partorire un'altra se stessa, Kaim la assiste fino all'ultimo, dopodiché si prenderà cura con amore della clone di Silen, alla quale racconterà la storia della madre.

Kaim compare nell' OAV Devilman: L' Arpia Silen. La scena in cui si sacrifica per amore di Silen è pressoché identica a quella descritta nel manga. Kaim compare anche nella serie parodistica Il Pazzo Mondo di Go Nagai. E', come nel manga, innamorato perdutamente dell'arpia e quando questa viene rapita dal dottor Inferno non esita a partire alla volta del Mazinger World per salvarla. Al termine della serie le farà una proposta di matrimonio sulla quale Silen promette di riflettere. Nell'OAV si scopre che nel corpo di Kaim alberga la coscienza di Amon, che Psychogenie per sua stessa ammissione vi ha trasferito.

Saylos[modifica | modifica wikitesto]

Saylos
Universo Amon - The Apocalypse of Devilman
Lingua orig. Giapponese
Autore Ritsuko Hayasaka
Voce orig. Kazuki Yao
Voce italiana Massimiliano Lotti
Specie demone
Sesso Maschio
Abilità
  • Forza e resistenza sovrumane
  • Volo
  • Lame di energia negativa
  • Tentacoli perforanti

Saylos è un demone molto forte, a capo di un gruppo di demoni nella lotta contro Devilman ed incaricato da Satana di riportare Akira Fudo dalla parte dei demoni. Il suo disegno ricorda un misto tra l'armatura di un crociato e il famoso alieno Predator, con una pelle coperta di spesse placche azzurro chiaro e lunghi tentacoli che gli pendono dal capo. Come armi usa una lunga coda e un simbolo rosso a forma di croce sul petto: quest'ultimo dettaglio è probabilmente un riferimento al fatto che Saylos è un subordinato di Satana e quindi un guerriero insignito da un angelo.

Saylos appare per la prima volta quando irrompe assieme ai suoi subordinati nella baracca che Akira Fudo, Miko e Yumi avevano adibito a quartier generale, imponendo ad Akira un ultimatum: si riunirà ai demoni suoi simili o morirà. In quel momento però, Akira, distrutto dalla morte della sua amata Miki, perde il controllo sullo spirito malvagio di Amon e si trasforma in quest'ultimo, uccidendo la piccola Yumi e sterminando i demoni. Dopo aver assistito alla lotta e aver punito alcuni suoi scagnozzi per essere scappati dal campo di battaglia, Saylos si rifiuta di rivelare ad Amon dove si nasconde Satana e lo affronta in un appassionante combattimento aereo. Nonostante la sua grande forza e abilità, però, non riuscirà a competere con Amon e, dopo una brutale gara di resistenza, verrà battuto ed ucciso dal demone. Curiosamente, nella versione italiana sottotitolata il suo nome è Zeros.

Silen[modifica | modifica wikitesto]

Exquisite-kfind.png Lo stesso argomento in dettaglio: Silen.

Zenon[modifica | modifica wikitesto]

Zenon
Universo Devilman
Nome orig. Xenon
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Voce orig. Hidekatsu Shibata serie televisiva[1]
Voci italiane
  • Renato Montanari serie televisiva[1]
  • Alberto Olivero (In Il pazzo mondo di Go Nagai)
Specie demone
Sesso Maschio
Abilità
  • Forza, resistenza e velocità sovrumane
  • Metamorfosi
  • Volo
  • Teletrasporto
  • Manipolazione della dimensione materiale
  • Controllo degli elementi atmosferici

Zenon (Xenon?) è il viceré dei demoni, la massima autorità nel mondo dei demoni, ed è secondo per importanza solo al suo capo Satana e in questa veste fa delle apparizioni anche in Devil Lady e in Amon - The Darkside of Devilman. Nella serie TV di Devilman Zenon è invece il capo dei demoni e l'antagonista principale della serie. L'aspetto di Zenon è quello di un mostruoso e gigantesco ibrido: è alto circa 10 metri, ha il corpo coperto di pelo marrone, tre teste, due delle quali cornute, un volto mostruoso sul petto, zoccoli caprini al posto dei piedi e grandi ali di pipistrello armate di mani artigliate. Il suo aspetto è ispirato a quello classico del Diavolo, in particolare alla descrizione riportata da Dante Alighieri nel suo Inferno, in cui descrive Lucifero in maniera analoga. Un' ulteriore prova del fatto che Go Nagai si è ispirato al Lucifero della Divina Commedia per disegnare Zenon si ha nel manga Devil Lady, in cui il re demone viene visto imprigionato nel ghiaccio fino al petto. Zenon si occupa di fare le veci del suo capo qualora egli non sia presente e nella storia è la sua immagine che ha ispirato l'uomo a rappresentare il Diavolo come tutt'oggi viene rappresentato.

Zenon non appare in Devilman se non a metà della storia. Inizialmente appare in un incubo di Akira Fudo nel quale viene visto emergere da dietro un'immensa parete di ghiaccio, ed in seguito risponde alle suppliche di Silen di aiutarla a sconfiggere Devilman mandandole Kaim, ma si mostra in tutta la sua mostruosità solo in seguito a questi eventi, per annunciare al mondo intero l'esistenza dei demoni, e per dichiarare guerra al genere umano. Dopo quest'atto, si ritira, e viene poi visto discutere con Satana circa la riuscita del suo piano di distruggere il genere umano, e rimproverarlo per essersi innamorato di Akira Fudo, nonché manifestare la sua preoccupazione circa l'imminente scontro con i devilmen.

Riappare poi in Amon - Darkside of Devilman. Nel manga scopriamo che questo essere è formato da tre demonietti simili ad angeli, che lo formano fondendosi insieme. Il suo primo atto, nella storia è di uccidere Dosuroku che, fusosi con tre potentissimi devilmen, stava combattendo contro Amon nel tentativo di risvegliare Akira ed in seguito informa Amon che Satana lo sta aspettando e gli intima di raggiungerlo. L'orgoglioso Amon ovviamente non ci sta a farsi comandare da Zenon, al che il re demone lo sfida a duello. I due mostri danno il via ad un duello devastante, nel corso del quale Zenon evoca un tornado che scaglia Amon nello spazio aperto. In seguito Amon torna sulla Terra, e Zenon tenta di modificare la dimensione materiale per imprigionare Amon nell'Inferno, ma Amon riesce anche questa volta a salvarsi e raggiunge Satana. Dopo che la furia omicida di Amon viene placata da un bacio di Satana, che risveglia così Akira, Zenon si ritira insieme al suo signore, e si prepara all'Apocalisse.

Nella serie TV Zenon è il re dei demoni, imprigionato nei ghiacci dell'Himalaya, e nemico principale della serie. Visto il suo ruolo viene spesso chiamato Principe delle Tenebre dagli altri demoni. È lui, quindi, a mandare contro il traditore Devilman i demoni che il protagonista affronterà in ogni puntata. Appare in ogni puntata anche se Devilman non lo affronterà mai e la sua vera forma non sarà mai mostrata per intero. Zenon crede alla legge del più forte, e per questo motivo ha imprigionato la vampira Lita (che desiderava un mondo di pace) prima dell'ibernazione dei demoni.

Altri personaggi[modifica | modifica wikitesto]

Tare Makimura[modifica | modifica wikitesto]

Tare Makimura
Universo Devilman
Lingua orig. Giapponese
Autore Go Nagai
Voce orig. Motoku Kumai (In Amon - The Apocalypse of Devilman)
Voce italiana Marina Massironi
Specie umana
Sesso Maschio
Parenti
  • Miki (sorella)

Tare Makimura è il fratello minore di Miki Makimura, e viene rappresentato come un bambino piuttosto pauroso e piagnucolone. Nel manga non ha un ruolo particolarmente importante, ma a metà della narrazione è protagonista di una mini-storia che si colloca subito dopo lo scontro con Jinmen, una storia breve ma di una crudeltà senza precedenti.

La storia comincia con Tare e un suo amichetto, Susumu, seduti in un parco giochi. La notte è ormai calata e Tare vorrebbe avviarsi verso casa, anche perché decisamente spaventato dalle storie che Akira spesso e volentieri gli racconta, storie di mostri che si aggirerebbero nella notte e che potrebbero assalirlo. Susumu però non vuole muoversi da li: ha paura di tornare a casa perché sua madre è divenuta da un po' di tempo improvvisamente sadica e violenta, e oltre a picchiarlo, avendo comprato un grosso cane, si diverte ad aizzarlo contro il figlio. Tare più per la paura di tornare a casa da solo che per compassione nei confronti dell'amico gli propone di stabilirsi a casa sua, ma mentre si avviano verso casa, i due bambini vengono intercettati dalla madre di Susumu che, alle accuse di Tare di essere cattiva con il figlio, risponde sostenendo che il figlio racconta bugie per passare il tempo ed invitando Susumu a tornare a casa, in quanto suo padre è tornato più presto dal lavoro e "cenerà con lui". Vistosi scoperto, Susumu non può fare altro che rientrare con la madre, e Tare, rimasto solo, per la paura si urina addosso. Tare non rivedrà più Susumu: il bambino verrà trucidato dai genitori posseduti dai demoni. Al termine del manga, anche Tare, come Miki verrà assassinato da una folla impazzita che vedevano in lui e nella sorella due demoni in forma umana.

Nella serie TV, Tare è un personaggio essenzialmente comico ed è disegnato con una grande testa rotonda che lo rende ancora più ridicolo ed è il cuginetto di Akira/Devilman. A differenza del manga non muore, ed ha una fidanzatina di nome Miho. Nel corso della serie Tare si troverà più volte in difficoltà e sarà salvato da Devilman, ma considererà tutto sempre come un incubo. Nel terzo OAV della serie animata Amon - The Apocalypse of Devilman che si ricollega al fumetto, Tare verrà ucciso insieme a sua sorella da una folla impazzita.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b vedi la scheda della serie TV su Il mondo dei doppiatori
anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga