Stefano Lepri (politico)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stefano Lepri
Stefano Lepri daticamera 2018.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
In carica
Inizio mandato 23 marzo 2018
Legislature XVIII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione Piemonte 1
Collegio 4 (Torino-Mirafiori)
Sito istituzionale

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico
Circoscrizione Piemonte
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico
Titolo di studio Laurea in Economia e Commercio
Università Università degli Studi di Torino
Professione Ricercatore

Stefano Lepri (Firenze, 5 febbraio 1961) è un politico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Laureato in economia e commercio all'Università di Torino nel 1985, ha lavorato fino al 1997 alla Fondazione Giovanni Agnelli occupandosi di ricerca su terzo settore, politiche sociali ed economia no profit. Dal 1989 al 1995 è anche presidente della cooperativa sociale Cilte di Torino che si occupa di servizi domiciliari per anziani. Dal 1990 al 1997 dirige il Centro Studi CGM (Confcooperative), per il quale cura varie pubblicazioni, e dal 1991 al 1997 è direttore della rivista “Impresa sociale”.[1]

Nel 1997 è nominato assessore ai servizi sociali, sanitari e per la famiglia del Comune di Torino, incarico che mantiene per otto anni. Nel 2001 è eletto consigliere comunale, ottenendo il più alto numero di preferenze nello schieramento di centrosinistra. Assume la delega alle politiche socio-sanitarie nell'esecutivo de La Margherita del Piemonte, ed è membro della direzione nazionale di Federsanità ANCI.[1]

Nel 2005 è eletto consigliere regionale alla Regione Piemonte. È poi rieletto nel 2010. Dal 2005 al 2008 è presidente del Gruppo consiliare de La Margherita e poi vicepresidente del Gruppo consiliare del Partito Democratico.

È portavoce PD in Commissione bilancio e relatore delle leggi regionali di bilancio dal 2008 al 2012.[1]

Elezione a senatore[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletta al Senato della Repubblica, nelle liste del Partito Democratico nella circoscrizione Piemonte.

Nel 2017 ha dichiarato un compenso annuo lordo di circa 99 mila euro[2].

Dall'aprile del 2013 è vicecapogruppo del Partito Democratico al Senato della Repubblica[3] ed è membro della Commissione lavoro e previdenza sociale.

Nel 2014 ha presentato il disegno di legge delega al Governo per il riordino e il potenziamento delle misure a sostegno dei figli a carico[4].

Durante la legislatura è stato relatore della legge sul Terzo settore e ha seguito in particolare il lavoro parlamentare per l’introduzione della misura nazionale di contrasto alla povertà, il Reddito d'inclusione.

Elezione a deputato[modifica | modifica wikitesto]

Alle elezioni politiche del 2018 viene eletto alla Camera dei Deputati nel collegio uninominale di Torino-Mirafiori.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN305357699 · SBN IT\ICCU\CFIV\108625 · WorldCat Identities (EN305357699