Stazione di Porto Empedocle Cannelle

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Porto Empedocle Cannelle
stazione ferroviaria
Localizzazione
StatoItalia Italia
LocalitàPorto Empedocle, via Francesco Crispi
Coordinate37°17′14.28″N 13°31′26.87″E / 37.2873°N 13.524131°E37.2873; 13.524131Coordinate: 37°17′14.28″N 13°31′26.87″E / 37.2873°N 13.524131°E37.2873; 13.524131
LineeCastelvetrano-Porto Empedocle
Caratteristiche
Tipofermata in superficie, passante
Stato attualeDismessa nel 1978
Attivazione1911
Binari1
NoteAdibita a biblioteca comunale nei primi anni 2000

La stazione di Porto Empedocle Cannelle, era una fermata ferroviaria della città di Porto Empedocle, in provincia di Agrigento. Era la stazione più utilizzata in città quando era ancora attiva la linea a scartamento ridotto.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Inaugurata nel dicembre del 1911, divenne, per importanza, la seconda stazione ferroviaria a servizio della città di Porto Empedocle. Qui fermavano tutti i treni in partenza ed in arrivo per Castelvetrano e Agrigento. Negli ultimi anni di esercizio fu eliminato l'unico tronchino di servizio utilizzato dal personale ferroviario per il ricovero di carrelli di ispezione linea. La fermata rimase attiva fino al dicembre del 1977, quando il capolinea della Castelvetrano - Porto Empedocle fu arretrato a Realmonte, e venne definitivamente chiusa all'esercizio nei primi mesi del 1978, quando le FS decretarono la soppressione del tronco compreso tra Ribera e Porto Empedocle. Abbandonato per alcuni decenni, il Fabbricato Viaggiatori venne successivamente acquistato dal Comune di Porto Empedocle e adibito, nei primi anni 2000, a biblioteca comunale.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Nico Molino, La rete FS a scartamento ridotto della Sicilia, Torino, Edizioni elledi, 1985, ISBN 88-7649-037-X.
  • Ettore Caliri, La ferrovia Castelvetrano-Ribera e il suo caratteristico materiale rotabile, Rovigo, Italmodel Ferrovie, 1979.
  • Antonio Federici, Tuttotreno Tema 14-Lo scartamento ridotto in Italia, Albignasego, Duegi Editrice, 1999.
  • Ettore Caliri, Il caso di Agrigento, I Treni 229, Salò, ETR, 2001.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]