Stazione Leopolda (Pisa)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stazione Leopolda
Pisa stazione Leopolda
stazione ferroviaria
Pisa, Leopolda former train station.JPG
Localizzazione
StatoItalia Italia
Coordinate43°42′32.4″N 10°24′20.74″E / 43.709°N 10.40576°E43.709; 10.40576Coordinate: 43°42′32.4″N 10°24′20.74″E / 43.709°N 10.40576°E43.709; 10.40576
LineeLeopolda
Caratteristiche
TipoStazione in superficie, di testa
Stato attualeDismessa
Attivazione1844
Soppressione1929

La stazione Leopolda è stata la prima stazione ferroviaria costruita a Pisa, ed oggi è adibita a complesso polivalente.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

La Leopolda, stazione della prima ferrovia granducale realizzata in Toscana (la Livorno-Pisa), sorse su progetto di Giuseppe Martelli e fu inaugurata nel 1844. Dopo l'approvazione del piano urbanistico redatto da Vincenzo Micheli, nel 1871, e la successiva realizzazione della stazione di Pisa Centrale, la Leopolda continuò a essere utilizzata come scalo merci fino al 1929. Da allora, fino al 1993, fu sede del mercato ortofrutticolo.

Nel 1996 furono avviati lavori di recupero della struttura.

Oggi la Leopolda è un centro di aggregazione con spazi diversificati per attività culturali e sociali, propone attività organizzate direttamente e ospita iniziative promosse da altri soggetti. La sua fisionomia è dunque quella di un moderno centro multifunzionale gestito dall'Associazione Casa della Città Leopolda in cui si raccolgono oltre 50 associazioni di Pisa.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Nello spazio storico del fabbricato viaggiatori (due navate di uguali dimensioni separate da un'arcata - le due navate possono essere impiegate separatamente - per un totale di 1.400 metri quadrati in grado di accogliere fino a 1.000 persone) vengono ospitati eventi interdisciplinari (convegni, fiere, mostre, spettacoli, cene di gala) e numerosi laboratori; negli edifici adiacenti un centro multimediale, una fumettoteca, una ludoteca e una sala-prove per il teatro, la danza e la musica. Quest'ultimo spazio ha il pavimento in legno ed è dotato di una grossa apertura sul cortile che consente di organizzare attività che prevedono uno scambio tra l'interno e l'esterno.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]