Stagno di Sale 'e Porcus

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Stagno di Sale 'e Porcus
Stato Italia Italia
Regione Sardegna Sardegna
Provincia Oristano Oristano
Comune San Vero Milis-Stemma.png San Vero Milis
Coordinate 40°00′42″N 8°26′07″E / 40.011667°N 8.435278°E40.011667; 8.435278Coordinate: 40°00′42″N 8°26′07″E / 40.011667°N 8.435278°E40.011667; 8.435278
Dimensioni
Superficie 3,30 km²
Idrografia
Origine stagno temporaneo
Mappa di localizzazione: Italia
Stagno di Sale 'e Porcus
Stagno di Sale 'e Porcus

Sale 'e Porcus è uno stagno salato temporaneo della Sardegna. Si trova nella provincia di Oristano, tra i comuni di Riola Sardo e San Vero Milis, ed occupa una superficie di 330 ettari[1].

È stato identificato come zona umida di importanza internazionale secondo la convenzione di Ramsar (codice del sito 3IT035). Durante l'estate, per via dell'elevata evaporazione, lo stagno può prosciugarsi completamente lasciando sul fondale una spessa crosta di sale[2].

Nello stagno di Sale 'e Porcus nidificano e si riproducono numerose specie di uccelli acquatici, tra le quali alcune rare o in via di estinzione come la volpoca (Tadorna tadorna), la gru europea (Grus grus), il gabbiano roseo (Chroicocephalus genei) ed il pollo sultano viola (Porphyrio porphyrio). Ospita inoltre una colonia formata da oltre 3.000 esemplari di fenicottero rosa (Phoenicopterus roseus). Durante il periodo delle migrazioni vi soggiornano numerose specie di anatre, aironi, trampolieri, sterne e gabbiani[3].

Nel 1982 la Regione Autonoma della Sardegna ha istituito una "Riserva Naturale Orientata" che interessa l'area dello stagno. È gestita dal comune di San Vero Milis in collaborazione con la LIPU[4].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ramsar Sites Database - ITALY 3IT035 [collegamento interrotto], su wetlands.org. URL consultato il 06-09-2010.
  2. ^ Scheda sul sito dell'Associazione per il Parco del Molentargius, su apmolentargius.it. URL consultato il 06-09-2010 (archiviato dall'url originale il 16 gennaio 2014).
  3. ^ (EN) Scheda del sito Ramsar (PDF) [collegamento interrotto], su wetlands.org. URL consultato il 06-09-2010.
  4. ^ Lo stagno di Sa ‘e proccus sul sito ufficiale del Comune di San Vero Milis, su sanvero.it. URL consultato il 06-09-2010.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]