Srečko Kosovel

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Srečko Kosovel

Srečko Kosovel (Sesana, 18 marzo 1904Tomadio, 27 maggio 1926) è stato un poeta e critico letterario sloveno.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Ultimo di cinque fratelli, nacque il 18 marzo 1904 a Sesana. Nel 1908 la famiglia si trasferì a Tomadio e si stabilì nella scuola del paese. Nel 1916 andò a studiare a Lubiana, al liceo scientifico tedesco e successivamente, nel 1922 alla facoltà di filosofia dell'Università di Lubiana. Le sue prime poesie sono in prevalenza impressionistiche. Dal 1925 iniziò a scrivere poesie di tipo costruttivista. Iniziò a pubblicare dal 1921 in diverse riviste letterarie di Lubiana e Trieste[1]. Morì nel 1926, all'età di 22 anni colpito da una meningite. Inizialmente nelle sue poesie è forte l'influenza dell'impressionismo e di Josip Murn. Temi ricorrenti sono il Carso, la madre, la morte con valenza spesso simbolica. Le sue poesie d'avanguardia vennero pubblicate per la prima volta, postume, molto tardi, nel 1967 e rappresentarono un elemento di prima grandezza nel panorama culturale sloveno[2]

Targa commemorativa di Kosovel a Tomaj

Opere[modifica | modifica wikitesto]

  • Zbrano delo (Opere complete), 4 voll., Lubiana, DZS 1964-1967
  • Integrali '26, Lubiana-Trieste, Cankarjeva-ZTT, 1967

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

A Opicina (Trieste) una scuola secondaria di primo grado prende il suo nome.

Traduzioni in italiano[modifica | modifica wikitesto]

  • Poesie di velluto e integrali, a cura di Jolka Milič, L'Asterisco, 1971
  • Tra il nulla e l'infinito, a cura di Gino Brazzoduro, Editoriale Stampa Triestina, 1989
  • Ves svet je kakor = Tutto il mondo è come, a cura di Jolka Milič, Comune di Sežana, 2000, ISBN 961-6353-34-9
  • Il mio canto = Moja pesem, a cura di Jolka Milič, Il Ramo d'Oro-Tržaška Knjigarna/Libreria Triestina, 2002
  • Tra Carso e caos. Pre/sentimenti, a cura di Darja Betocchi, con i disegni costruttivisti di Edvard Stepančič, Comunicarte Edizioni, Trieste 2014

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Marija Pirijevec, Orientamenti letterari e stilistici nell'ultima poesia di Srečko Kosovel, in Saggi sulla letteratura slovena dal XVIII al XX secolo, Trieste 1983, p. 71
  2. ^ Marija Pirijevec, Kosovel tra tradizione e avanguardia, in Trubar, Kosovel, Kocbek e altri saggi sulla letteratura slovena, Trieste 1989, p. 62

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Arnaldo Bressan, Le avventure della parola. Saggi sloveni e triestini, Milano, Il Saggiatore, 1985.
  • Boris Pahor, Srečko Kosovel, 2ª ed., Pordenone, Edizioni Studio Tesi, 1993, ISBN 88-7692-362-4.
  • Boris Pahor, Letteratura slovena del Litorale: vademecum / Kosovel a Trieste e altri scritti, Trieste, Mladika, 2004, ISBN 88-7342-051-6.
  • Marija Pirjevec, Saggi sulla letteratura slovena dal XVIII al XX secolo, Trieste, Editoriale Stampa Triestina, 1983.
  • Marija Pirjevec, Trubar, Kosovel, Kocbek e altri saggi sulla letteratura slovena, Trieste, Editoriale Stampa Triestina, 1989.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN63997877 · ISNI (EN0000 0001 0858 0458 · SBN IT\ICCU\CFIV\108186 · LCCN (ENn84065267 · GND (DE119280671 · BNF (FRcb11018806q (data)