Silvia Parente

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Silvia Parente
Nazionalità Italia Italia
Sci alpino paralimpico Pixel fill.png
Ritirata 2006
Carriera
Nazionale
Italia Italia
Palmarès
Giochi paralimpici 1 0 4
Per maggiori dettagli vedi qui
 

Silvia Parente (Milano, 29 settembre 1969) è un'ex sciatrice alpina italiana non vedente.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Silvia Parente è divenuta cieca all'età di tre anni. Formatasi come programmatrice informatica, ha da sempre coltivato l'attività sportiva, praticando dapprima lo sci alpino in tutte le specialità. Dopo aver conquistato una medaglia di bronzo nel 1994, alle Paralimpiadi di Lillehammer, ha ottenuto quattro medaglie (tre bronzi e un oro) ai Giochi paralimpici di Torino nel 2006, con la guida Lorenzo Migliari. La performance di Torino ha portato alla sciatrice numerosi riconoscimenti, tra i quali il Collare d'Oro al Merito Sportivo, massima onorificenza conferita dal CONI.

In seguito Silvia Parente si è dedicata all'arrampicata sportiva paralimpica, attività in cui è stata campionessa del mondo nel 2011 e d'Europa nel 2013[1] e alla vela paralimpica, dove nel 2010 ha ottenuto la medaglia d'oro ai Mondiali per non vedenti formula Homerus (in coppia con l'ex atleta e sciatore paralimpico Luigi Bertanza).[2]

La Fondazione Per lo Sport "Silvia Rinaldi"[modifica | modifica wikitesto]

Silvia Parente ha avuto l'idea di fondare un'associazione ONLUS, con l'obiettivo di promuovere forme di sport integrato tra disabili e persone normodotate, ad esempio familiari. È nata così la Fondazione per lo Sport intitolata a Silvia Rinaldi, amica precocemente scomparsa dell'atleta. I programmi della Fondazione comprendono l'avvio allo sci paralimpico in sicurezza, l'acquisto di carrozzine con cui dotare alcuni rifugi montani, la realizzazione di percorsi ciclabili nella Regione Lombardia, dove praticare il tandem e la handbike. Alla psicologa Barbara Milani è affidato il compito di indirizzare le scelte sportive di quanti si rivolgono al Centro.[3][4]

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Onorificenze[modifica | modifica wikitesto]

Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana - nastrino per uniforme ordinaria Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana
— 21 marzo 2006. Di iniziativa del Presidente della Repubblica.[5]
Collare d'oro al merito sportivo - nastrino per uniforme ordinaria Collare d'oro al merito sportivo
«Campione paralimpico sport invernali - Slalom gigante»
— Roma, 2006.[6]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Paraclimb, Silvia Parente campionessa d’Europa, su lombardia.coni.it. URL consultato il 2 agosto 2020.
  2. ^ Mondiale non vedenti Homerus: Gigi Bertanza e Silvia Parente Campioni del mondo, su preprod.federvela.it. URL consultato il 2 agosto 2020.
  3. ^ Claudio Arrigoni, Dall’oro paralimpico a un progetto da sostenere. Tutti per Silvia, su paralimpici.gazzetta.it. URL consultato il 2 agosto 2020.
  4. ^ Fondazione per lo sport Silvia Rinaldi, su fondazioneperlosport.com. URL consultato il 2 agosto 2020.
  5. ^ Commendatore Ordine al Merito della Repubblica Italiana Sig.ra Silvia Parente, su quirinale.it. URL consultato il 2 agosto 2020.
  6. ^ Consegnati i Collari d'Oro, su coni.it. URL consultato il 1º agosto 2020.
  7. ^ Ambrogino d'oro/ Letizia Moratti: "Premi condivisi da maggioranza e opposizione", su affaritaliani.it. URL consultato il 1º agosto 2020.
  8. ^ Silvia Parente, onorificenze, su coni.it. URL consultato il 1º agosto 2020.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]