Sigeberto dell'Anglia orientale

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Sigeberht dell'Anglia orientale)
San Sigeberto II

Martire

Nascita VI secolo
Morte 637
Venerato da Chiesa cattolica
Ricorrenza 27 settembre (o anche 16 gennaio)

Sigeberht, o Sigebert, in italiano Sigeberto (... – 27 settembre 637), fu re dell'Anglia orientale dal 631 al 634.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Figliastro di Rædwald, Sigebert si rifugiò in Francia dopo l'assassinio del fratellastro Eorpwald nel 628. Là si convertì al Cristianesimo e ricevette il battesimo. Dopo tre anni di regno del pagano Ricberht (631) (assassino di Eorpwald), Sigebert tornò nell'Anglia orientale. Fu allora che San Felice di Burgundia giunse a Canterbury per esercitare l'attività missionaria, mandatovi da Onorio arcivescovo ad aiutare Sigebert a diffondere la cristianità romana nel suo regno. Insieme Sigebert e Felice fondarono una scuola di lettere, la prima di quell'epoca nell'Anglia orientale. Felice era anche il primo vescovo della nazione, per cui è chiamato l'"Apostolo degli Angli orientali". Sigebert accolse anche Furseo, eremita irlandese, alla sua corte e gli diede il forte d'epoca romana di Burgh Castle per crearvi un monastero. Felice e Furseo lavoravano nelle due differenti tradizioni della Fede, romana ed irlandese, fra le gente della regione. Nel 634 Sigebert abdicò volontariamente in favore di Egric, forse suo nipote o cugino, per ritirarsi in un monastero, forse a Burgh Castle o a Bury St Edmunds.

Secondo la leggenda (scritta nella Storia Ecclesiastica di san Beda), Sigebert fu costretto a lasciare il suo ritiro spirituale nel 636 per guidare il suo ex-esercito in battaglia contro il re pagano Penda di Mercia, che aveva invaso il suo regno. Sigeberht inizialmente rifiutò l'invito di Egric a guidare la sua gente in battaglia, tuttavia il fu il popolo stesso a richiederelo come guida. Durante la battaglia Sigeberht, che camminava senza armi fra i combattenti, fu colpito a morte. Sia Sigebert che Egric furono uccisi dagli invasori Merciani.

Forse perché venne ucciso da un pagano, oppure perché era monaco e rifiutava di portare armi, Sigeberht fu subito considerato martire. Fu il primo fra tutti i re Inglesi ad abdicare al suo regno per amore di Dio, e anche l'istitutore del primo vescovado del regno, per questo è venerato come santo. Viene festeggiato il 27 settembre (o il 16 gennaio in alcune località inglesi).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

San Sigeberto II, in Santi, beati e testimoni - Enciclopedia dei santi, santiebeati.it.

Fonti[modifica | modifica wikitesto]

in lingua inglese:

  • David Hugh Farmer (1978). The Oxford Dictionary of Saints. Oxford University Press. ISBN 0-19-282038-9
  • D. P. Kirby (1991). The Earliest English Kings. Unwin Hyman. ISBN 0-04-445691-3
  • S. J. Plunkett (2005). Suffolk in Anglo-Saxon Times. Tempus. ISBN 0-7524-3139-0
  • Ann Williams, Alfred P Smyth and DP Kirkby (1991). A Biographical Dictionary of Dark Age Britain. Seaby. ISBN 1-85264-047-2
Predecessore Re dell'Anglia orientale Successore
Ricberht 631-634 Egric