Partito di Centro (Norvegia)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Senterpartiet)
Jump to navigation Jump to search
Partito di Centro
Senterpartiet
LeaderTrygve Slagsvold Vedum
StatoNorvegia Norvegia
SedeAkersgata 35,
Oslo
Fondazione1920
IdeologiaCentrismo,[1]
Agrarianismo,[1][2][3]
Liberalismo sociale,[2][4][5]
Tradizionalismo,
Euroscetticismo,[6]
Socialdemocrazia (minoranza)[5]
CollocazioneCentro
Partito europeonessuno
Seggi Storting
10 / 169
 (2013)
Organizzazione giovanileSenterungdommen
Iscritti17 000[7] (2011)
Coloriverde
Sito web

Il Partito Centrista (Senterpartiet, SP) è un partito politico norvegese.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Il partito è stato fondato nel 1920 con il nome di Partito degli agricoltori, nome che è stato mutato solo nel 1959. SP non è riconducibile alle tradizionali ideologie del XIX secolo. È, infatti, nato con lo scopo specifico di difendere gli interessi delle zone rurali del paese e per favorire una politica decentrata ed autonomista.

Sino al 1972 è stato contrario all'ingresso della Norvegia nella Comunità Europea. Ha preso parte sia a coalizioni di centro-sinistra che di centro-destra. In Norvegia, però, come un po' in tutti i paesi scandinavi, spesso, più che di coalizioni di centro-destra si parla di coalizioni di partiti "non-socialisti". Il forte peso del Partito Laburista Norvegese, infatti, ha spinto partiti di centrosinistra ad allearsi con la destra pur di garantire un'alternanza al governo.

SP ha preso parte a sette governi tra il 1930 ed il 2000 e di questi ne ha guidati tre. Con il passar del tempo il partito si è caratterizzato sempre meno come rappresentante del mondo agricolo ed ha accentuato l'attenzione alle politiche ambientaliste e di decentramento politico-amministrativo.

Alle elezione del 2005 il partito ha ottenuto il 6,5% dei voti ed 11 deputati. È entrato, così, a far parte della coalizione di governo "Rosso-Verde" insieme ai Laburisti ed al Partito della Sinistra Socialista.

Leader[modifica | modifica wikitesto]

Risultati elettorali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Voti Seggi
2001 140 287
10 / 169
2005 171 124
11 / 169
2009 165 006
11 / 169
2013 155 394
10 / 169

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Parties and Elections in Europe: The database about parliamentary elections and political parties in Europe, by Wolfram Nordsieck
  2. ^ a b Svante Ersson e Jan-Erik Lane, Politics and Society in Western Europe, SAGE, 28 dicembre 1998, pp. 108, ISBN 978-0-7619-5862-8. URL consultato il 17 agosto 2012.
  3. ^ Christina Bergqvist, Equal Democracies?: Gender and Politics in the Nordic Countries, Nordic Council of Ministers, 1º gennaio 1999, pp. 320–, ISBN 978-82-00-12799-4.
  4. ^ GRUNNSYN – VERDIER – HISTORIE, su Senterpartiet Nittedal, 16 luglio 2007. (archiviato dall'url originale il 28 settembre 2013).
  5. ^ a b Kjersti T. Morstøl, Fra bondeparti til sosialdemokrati, in Universitetsavisa (NTNU). URL consultato l'11 novembre 2009.
  6. ^ (EN) Parties and Elections in Europe, su parties-and-elections.eu. URL consultato il 19 novembre 2013.
  7. ^ (NO) Sp har mistet hvert femte medlem, Dagbladet, 15 marzo 2011. URL consultato il 19 novembre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]